Impostazioni sulla privacy di Facebook: la guida definitiva | VPNOverview

Blocco privacy per laptop di FacebookA partire dal primo trimestre del 2018, Facebook ha oltre 2,1 miliardi di utenti mensili attivi in ​​tutto il mondo. Con la loro vasta portata, Facebook ha il potenziale per influenzare notevolmente i consumatori. Da dove acquistiamo i nostri calzini a come votiamo alle elezioni, Facebook può svolgere un ruolo. Facebook può avere tale influenza perché sa molto di noi. Le notizie recenti hanno mostrato che Facebook ha permesso di utilizzare le informazioni personali per la pubblicità aziendale e politica. Per questo motivo, potresti voler rivedere le tue impostazioni sulla privacy di Facebook. Puoi assicurarti di avere un maggiore controllo sulle tue informazioni. Ecco la tua guida per proteggere le tue informazioni su Facebook.


Vedi dove sei loggato

Forse ti è successo prima? Ti dimentichi di disconnetterti da un computer o uno smartphone di amici e te ne rendono conto inserendo un messaggio sciocco sulla tua cronologia. È innocuo e di solito piuttosto divertente. Ma cosa succede se si è connessi a un computer pubblico e si è dimenticato di disconnettersi? Non è così divertente se la persona successiva che usa il computer improvvisamente ha accesso alle tue informazioni personali su Facebook.

Fortunatamente, puoi assicurarti che ciò non accada con pochi semplici passaggi. Sotto “Impostazioni” in Facebook fai clic su “Sicurezza e accesso”. Nella parte superiore della pagina ci sarà un elenco di da dove hai effettuato l’accesso. Inoltre, puoi scoprire se la sessione è attualmente attiva. Puoi tornare indietro attraverso gli accessi recenti per individuare eventuali dispositivi o accessi che non eri tu. Se trovi un accesso sospetto, fai clic sui 3 punti a destra della voce e seleziona “Non sei tu?” per denunciarlo. Se ti sei lasciato connesso a un altro dispositivo, puoi fare clic su “Disconnetti” per forzare quel dispositivo a disconnetterti da Facebook.

FB securitylogin in cui ti trovi

Assumi il controllo della codifica di Facebook

Facebook ti consente di prendere il controllo di chi può taggarti in un post o in una foto e in quali circostanze. Dal menu Impostazioni, selezionare “Linea temporale e tag”. Da questo menu puoi modificare chi può pubblicare sulla tua sequenza temporale, i tuoi amici o solo tu e chi può vedere ciò che gli altri postano sulla tua sequenza temporale.

Puoi anche controllare chi può vedere i post in cui sei taggato: tutti, amici di amici, amici, solo tu. Puoi persino personalizzare chi può vedere completamente questi post. Ad esempio, puoi scegliere di condividere un’immagine solo con 12 dei tuoi migliori amici. Questa può essere una funzione utile se vuoi essere amico delle persone dal lavoro, ma non vuoi necessariamente consentire loro di accedere a tutto sul tuo profilo. Ad esempio, potresti non voler che il tuo capo veda tutte le parti in cui vai.

Timelinetagging FB che vede

Puoi anche impostare Facebook per avvisarti di un post in cui sei taggato. In questo modo puoi dare la tua approvazione prima che il post appaia sulla tua cronologia.

Rivedi ciò che gli altri vedono nella tua sequenza temporale

Uno dei più potenti strumenti di sicurezza per la gestione di ciò che le altre persone vedono nella tua sequenza temporale è nel menu “Linea temporale e tag”. Nella sezione Rivedi, troverai una voce con l’etichetta “Rivedi ciò che altre persone vedono sul tuo profilo”. Fai clic su “Visualizza come” e ti porterà alla pagina del tuo profilo. La vista predefinita mostra come appare il tuo profilo al pubblico. Cioè, se qualcuno che non è un tuo amico su Facebook trova il tuo profilo, questo è quello che vedranno. Puoi scorrere i post per modificare le impostazioni sulla privacy di tutti i post che preferiresti non avere visibili al pubblico.

Nella parte superiore del profilo, è possibile modificare la vista da “Pubblico” a “visualizzare il profilo dalla prospettiva di una persona specifica”. Quindi, ad esempio, potresti preferire che tua madre non veda quelle foto delle feste. Attraverso queste impostazioni puoi vedere il tuo profilo come lo vede quella persona. Puoi assicurarti che nulla di quello che preferisci mantenere privato sia accessibile a quella persona.

Limita facilmente i post precedenti

Se usi Facebook da alcuni anni, è possibile che quando hai iniziato a utilizzare Facebook, non eri consapevole della sicurezza come sei diventato oggi. Nel corso degli anni potresti avere centinaia di post pubblicati pubblicamente. Ora potresti preferire che questi siano limitati solo ai tuoi amici, o forse anche resi completamente privati.

Per limitare questi post vai al menu Impostazioni e seleziona “Privacy”. In “La tua attività”, seleziona “Limita post precedenti”. Ciò ti consentirà di limitare il pubblico che può visualizzare tutti i tuoi post precedenti.

Post precedenti sulla privacy di FB

Condivisione del profilo di Facebook con i motori di ricerca

Se hai mai cercato il tuo nome online, probabilmente hai visto che il tuo profilo Facebook appare nei risultati di ricerca. Tuttavia, ciò che molte persone non sanno è che puoi limitarlo. Nel menu Privacy delle tue impostazioni, cerca nella sezione “Come le persone ti trovano e ti contattano”. Fai clic su “Modifica” nella domanda “Desideri che i motori di ricerca esterni a Facebook si colleghino al tuo profilo?”. Qui puoi scegliere di deselezionare quell’opzione. Di conseguenza, la tua pagina Facebook non verrà più visualizzata nel motore di ricerca.

Ricerca privacy FB

Gestione degli accessi alle app

Spesso quando ti iscrivi a un sito Web o accedi a una nuova app, ti offrono la comodità di accedere utilizzando Facebook. Con il passare del tempo, tuttavia, le app e i siti Web a cui si consente di accedere in questo modo possono fare il pallone. Inoltre, la maggior parte delle persone pensa raramente di tornare indietro e revocare l’autorizzazione quando smettono di utilizzare l’app o visitare il sito Web. Puoi gestire queste autorizzazioni direttamente da Facebook.

Nel menu Impostazioni, seleziona “App e siti Web”. Verrà visualizzato un elenco di app e siti Web attivi, completo delle autorizzazioni di ciascuno. Per saperne di più sulle informazioni fornite all’app e le autorizzazioni concesse ad essa, fai clic sul logo per visualizzare la schermata delle informazioni. Da qui è possibile modificare le autorizzazioni e la visibilità per l’app.

Siti Web di app FB attivi

Se desideri revocare l’autorizzazione, fai clic sulla casella di controllo accanto al nome e al logo, quindi fai clic su “Rimuovi”. Nella finestra di dialogo che segue, hai la possibilità di eliminare anche i post pubblicati dall’app su Facebook per tuo conto.

Se si preferisce non consentire l’integrazione di app o siti Web con il proprio profilo Facebook, è possibile disattivare tutte le autorizzazioni trovando l’opzione “App, siti Web e giochi” e fare clic su “Modifica” per disattivare questa funzione in Facebook.

Controllo degli annunci da Facebook

Facebook può essere utilizzato gratuitamente perché vendono pubblicità alle aziende. Facebook sa molto di te da ciò che ti piace e fai clic su. Per questo motivo possono aiutare le aziende a indirizzare gli utenti in base a tali informazioni. Se sei interessato a saperne di più sugli inserzionisti che hanno come target il tuo profilo, puoi consultare le informazioni nelle impostazioni di Facebook.

Dal menu Impostazioni, fai clic su “Annunci”. La voce principale è “I tuoi interessi”. Cliccando su di esso rivelerai il tipo di cose su cui hai cliccato e con cui hai interagito tramite Facebook. Ecco come Facebook crea un profilo di chi sei per venderti pubblicità mirate. Puoi esaminare i tuoi interessi e talvolta trovare qualcosa con cui non hai mai avuto intenzione di interagire. Puoi eliminare quegli interessi che non ritieni debbano applicarti. Di conseguenza Facebook ha una migliore immagine di chi sei. Inoltre, le pubblicità che vedi saranno più appropriate ai tuoi interessi.

FB pubblica le tue preferenze annunci

Sotto quella sezione c’è la sezione “Gli inserzionisti con cui hai interagito”, puoi vedere quegli inserzionisti con cui hai condiviso le informazioni e così ti hanno trovato su Facebook. Tra questi ci saranno gli inserzionisti il ​​cui sito Web o app hai utilizzato in passato. Inoltre, ci saranno inserzionisti di cui hai fatto clic sugli annunci. Per nessuno di questi inserzionisti, puoi fare clic sul loro logo e scegliere “Nascondi annunci da …” per non visualizzare più gli annunci di quell’inserzionista.

Una delle sezioni più affascinanti è la sezione “Le tue informazioni” qui. La sezione “Informazioni su di te” contiene informazioni personali di base come stato della relazione, datore di lavoro e istruzione. La maggior parte delle volte, Facebook conosce queste cose, perché le hai già compilate in precedenza. Fai clic sulla scheda “Le tue categorie” per vedere il tipo di informazioni che Facebook ha su di te. In questa sezione, Facebook mostrerà ciò che ritiene siano le tue opinioni politiche, i tipi di dispositivi che usi, se sei un genitore e quanti anni hanno i tuoi figli, e molto altro ancora. Queste sono le informazioni che Facebook ha tratto dalla tua attività su Facebook nel tempo. Con queste informazioni gli inserzionisti possono trovare persone interessate al loro prodotto o servizio.

Assumere il controllo delle tue informazioni

Molte persone preferiscono che la loro vita sia un libro aperto per chiunque si preoccupi di trovarle. Molti addirittura preferiscono sinceramente avere gli annunci pubblicitari mirati ai loro interessi. Tuttavia, altri preferiscono mantenere il maggior numero possibile di informazioni private. Qualunque sia la tua scelta, qui non c’è una risposta sbagliata. Tuttavia è bene avere una certa conoscenza di come assumere il controllo delle tue informazioni. Scopri come proteggere le tue informazioni su Facebook e assicurarti di essere privato come desideri. Tuttavia, Facebook non è l’unica app che raccoglie grandi quantità di dati su di te. Puoi anche considerare di modificare le impostazioni sulla privacy di app e siti Web come Twitter, Instagram, Snapchat, Google, WhatsApp, Skype e Reddit.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me