I rischi per la privacy del tuo smartphone – Una panoramica | VPNoverview.com

Forse nessun altro strumento nella storia moderna ha rivoluzionato la nostra vita come lo smartphone. Questo computer portatile ha sostituito fotocamera, GPS, calcolatrice, rubrica e molti altri elementi. Ora abbiamo un accesso senza precedenti alle informazioni a portata di mano. Le stesse funzionalità che si sono rivelate così utili possono essere facilmente messe contro di noi dagli inserzionisti o dagli hacker che invadono la nostra privacy. Sono disponibili diversi strumenti per proteggere la tua privacy sul tuo smartphone.


Come gli smartphone invadono la tua privacy

Lo smartphone svolge così tante funzioni che per molti di noi è difficile ricordare come ci siamo riusciti senza. Il tuo telefono ti accompagna ovunque. È una delle prime cose che guardi al mattino. Controlli i tuoi social media mentre fai colazione, è vicino al lavoro e a portata di mano mentre ti fermi per un drink dopo. La maggior parte di noi ha vissuto quel momento di panico quando ti rendi conto che il tuo telefono non è in tasca e ti chiedi dove l’hai lasciato.

Il telefono è dotato di una suite di sensori. Monitorano tutto da dove ti trovi, umidità, pressione atmosferica e movimento. I sensori di movimento del telefono sono molto sensibili. È anche possibile abbinare il punto in cui si tocca uno schermo con il movimento rilevato dal telefono. Qualsiasi app sul tuo telefono che tiene traccia di questi dati può leggere i tuoi messaggi di testo o la password sulla tua app bancaria con un alto grado di precisione.

La tua posizione può essere monitorata non solo tramite il GPS del tuo telefono, ma anche monitorando le torri cellulari, i segnali Wi-Fi e persino i dispositivi Bluetooth nelle vicinanze. In effetti, la tua posizione può essere individuata dai dispositivi Bluetooth anche se il trasmettitore Bluetooth del tuo telefono è spento.

Quali app invadono la tua privacy?

Indicatore di posizione dello smartphonePer accedere alle funzionalità di localizzazione sul telefono, un’app deve disporre dell’autorizzazione per utilizzare tali informazioni. Molte persone accettano semplicemente che le autorizzazioni richieste da un’app durante l’installazione siano necessarie e fanno clic su “OK”. Potrebbe non rendersi conto che i dati sulla posizione possono essere alcune delle informazioni più preziose che un inserzionista può avere. Le aziende che forniscono annunci mirati, tra cui Apple, Google, Facebook, utilizzano i dati sulla posizione per identificare offline interessi e attività che altrimenti non potrebbero rivelare.

Quali app utilizzano i sensori di movimento del telefono per determinare quali tasti stai premendo sul telefono? Forse nessuno di loro, o forse tutti. Le app non necessitano dell’autorizzazione per utilizzare i sensori di movimento del telefono. Pertanto, non c’è modo di sapere quali aziende potrebbero monitorare i sensori di un telefono per queste informazioni.

Proteggi la tua privacy sul tuo smartphone

Ci sono alcune misure che puoi prendere oggi per proteggere la tua privacy sul tuo amato smartphone. Di seguito vedrai come la gestione delle tue app, la crittografia dei dati, l’eliminazione di vecchie app e il blocco del telefono possono aiutarti a proteggerti.

Gestisci permessi app

La verifica delle autorizzazioni concesse alle app sui telefoni può ripristinare un po ‘di privacy sul tuo smartphone. Non tutte le app che richiedono l’autorizzazione per utilizzare le impostazioni della posizione, il microfono o la videocamera hanno davvero bisogno di quei servizi per funzionare come desideri. Abbiamo scritto guide che ti aiutano a regolare le impostazioni sulla privacy di molte piattaforme di social media popolari.

Crittografa i tuoi dati

La crittografia del dispositivo può anche aiutare a proteggere i dati sensibili nel caso in cui il telefono venga smarrito o rubato o quando si scambia per un nuovo telefono. Quando crittografate le informazioni sul telefono, aiuta anche a impedire alle app di leggere il contenuto dei file senza la vostra autorizzazione. Ciò può proteggere i tuoi dati da attacchi di virus o app dannose oltrepassando i limiti. Inoltre, prima di buttare via o vendere il tuo vecchio telefono assicurati di cancellare tutte le tue informazioni personali dal dispositivo.

Elimina le vecchie app

Non è raro che le persone provino un’app, la utilizzino per un po ‘e poi perdano gradualmente interesse. A meno che non spurghi regolarmente il telefono, queste vecchie app rimarranno in circolazione per mesi o addirittura anni. Mentre potresti non utilizzare l’app, le autorizzazioni che hai concesso sono ancora in vigore. Se l’app dispone dell’autorizzazione per utilizzare la tua posizione, accedere ad altre app o utilizzare il microfono, è possibile che tenga traccia dello smartphone. Perché non passare attraverso le tue app e disinstallare quelle che non ti servono più? L’eliminazione di vecchie app non è buona solo se vuoi proteggere la tua privacy, ma aiuta anche il tuo smartphone a funzionare senza problemi.

Blocca il tuo telefono

bloccare lo smartphonePuò sembrare ovvio, ma abilitare una schermata di blocco protetta da un pin è una delle misure più semplici che puoi prendere per proteggere i dati sul tuo telefono. Tuttavia, molte persone non hanno ancora abilitato la schermata di blocco. Quando pensi alle informazioni sensibili che hai sul telefono tra cui foto, accesso alla tua banca e carte di credito e accesso completo all’elenco dei contatti e agli account dei social media, avere una schermata di blocco ha senso. Puoi proteggere queste informazioni personali da chiunque cerchi di accedervi rubando il tuo telefono.

Una VPN è la massima protezione della privacy

Mentre altre misure offrono un certo grado di protezione, una VPN è una delle cose più semplici e migliori che puoi fare per preservare la tua privacy sul tuo smartphone. Una VPN aiuta a mantenere le informazioni anonime durante l’utilizzo del dispositivo.

Come funziona?

Connessione VPNQuando ti connetti a Internet tramite una VPN, le informazioni che vanno al server VPN vengono crittografate. La VPN quindi inoltra i dati dal suo server anonimo. Questo approccio di intermediazione ti aiuta a separarti dalle informazioni fornite o richieste. Quando i dati ti vengono restituiti, devono prima andare alla VPN, quindi il mittente non ha mai accesso a te direttamente. La VPN quindi crittografa le informazioni e te le invia. Con una VPN di qualità, le tue informazioni rimangono riservate. Poiché tutti i dati possono essere instradati attraverso la VPN, hai un maggior grado di controllo su quali informazioni passano attraverso il tuo dispositivo e su come tali informazioni vengono taggate su di te.

Wi-Fi pubblico sicuro

Quando si utilizza il dispositivo su una rete Wi-Fi pubblica, ad esempio in un bar, la crittografia della VPN ti aiuta a proteggerti da occhi indiscreti. Gli hacker spesso acquisiscono informazioni sensibili curiosando sui segnali che viaggiano attraverso una connessione Wi-Fi pubblica. L’uso di un servizio VPN manterrà la tua connessione sicura come se stessi navigando a casa.

Ulteriori vantaggi?

Un servizio VPN offre anche altri vantaggi agli utenti. La tua connessione al lavoro potrebbe bloccare l’accesso a determinati siti Web e servizi. Collegandoti a una VPN, puoi evitare quelle restrizioni per accedere ai siti desiderati sul tuo telefono. I servizi di streaming video limitano anche l’accesso ai contenuti in base alla posizione in cui ti trovi. Connettendosi a un server VPN in un’altra parte del mondo, è possibile evitare tali limitazioni per sfruttare appieno i contenuti disponibili online.

Pensieri finali

In un momento in cui gli scandali della privacy stanno colpendo alcune delle più grandi aziende, adottare misure per proteggersi ha senso. Lo smartphone ha solo un decennio, quindi non sorprende che stiamo ancora imparando come questo influisce sulla privacy. Adottando alcuni semplici passaggi per proteggersi, puoi stare tranquillo perché la tua privacy è protetta. Per saperne di più su come una VPN può aiutarti a proteggere la tua privacy, dai un’occhiata ai nostri post sulla scelta della VPN giusta per le tue esigenze.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me