Tecnologia AI e 5G: cosa significheranno per il futuro | VPNOverview

Negli ultimi due anni c’è stato molto clamore nei confronti del 5G e dell’IA. Quotidiani, siti Web, esperti di tv e politici spesso parlano del potenziale impatto che queste tecnologie avranno sul mondo. Ciò è completamente giustificato dal momento che il 5G e l’IA rappresentano la prossima rivoluzione tecnologica che può cambiare drasticamente la nostra vita in molti modi. 5G e AI hanno il potenziale per digitalizzare e automatizzare le attività nei settori della medicina, dell’istruzione, dell’informatica, della robotica, delle banche, della governance, della guerra, dello spazio, della realtà virtuale e molto altro. Gli umani saranno in grado di fare cose considerate fantasia non molto tempo fa. Le potenziali applicazioni di 5G e AI sono praticamente infinite. Inoltre, 5G e AI sono complementari: si aiutano a vicenda a funzionare meglio e raggiungere nuovi potenziali.


Tuttavia, con tutte le nuove possibilità e i cambiamenti di queste nuove tecnologie, emerge una nuova serie di rischi che dobbiamo prendere in considerazione. Questo articolo esamina quali sono queste nuove tecnologie, cosa potrebbero significare per l’umanità e quali sono i potenziali rischi.

Cos’è il 5G?

Il 5G è semplicemente il prossimo passo nelle telecomunicazioni mobili. 1G telefoni cellulari collegati in modalità wireless a torri radio, permettendoti di conversare mentre cammini. 2G ha trasformato l’analogico in comunicazione digitale, consentendo anche di inviare messaggi di testo. 3G ha fatto il salto nel tentativo di avere Internet sul tuo cellulare. 4G ha migliorato la velocità e il volume dei trasferimenti di dati su Internet in misura tale da consentire lo streaming di interi film sul telefono. Il 5G è il prossimo in linea e si sta avvicinando rapidamente. Il prossimo passo nelle telecomunicazioni ti consentirà di raggiungere una velocità Internet fino a 100 volte più veloce del 4G senza praticamente ritardi nell’elaborazione.

Il 5G renderà l ‘”Internet of Things” una realtà

Con il 5G, sarà anche possibile collegare letteralmente milioni di dispositivi, elettrodomestici e sensori connessi a Internet senza scaricare le batterie. Tali nuove reti consentiranno di avere intere case intelligenti e città intelligenti. Una tale rete globalizzata di dispositivi, apparecchiature e sensori viene talvolta chiamata “Internet of Things” o IoT. Consentirà a tutti questi dispositivi di trasferire dati e comunicare senza alcun input umano.

Questo “IoT” consentirà alle aziende di automatizzare tutti i tipi di processi, ridurre i costi di produzione, ridurre gli sprechi e aumentare la trasparenza. Ad esempio, con la giusta programmazione, l’IoT potrebbe creare unità agricole autosufficienti. I sensori del terreno avviserebbero i droni della quantità di acqua o sostanze nutritive di cui le colture hanno bisogno per una resa massima. Le auto potrebbero essere dotate di sensori per pneumatici che indirizzano le auto a guida autonoma a un meccanico per una sostituzione tempestiva degli pneumatici. Le possibilità di creare ecosistemi autosufficienti attraverso una vasta rete interconnessa di dispositivi che si aiutano a vicenda sembrano essere limitate solo dalla nostra immaginazione e dalla volontà di investire. Non sorprende che dall’introduzione del 5G siano previsti enormi guadagni economici. La società di consulenza di gestione globale McKinsey, ad esempio, prevede che Internet of Things avrà un impatto economico fino a $ 11,1 trilioni entro il 2025.

Il 5G aiuterà l’IA a aprire nuove strade

Al fine di espandere le capacità dell’IA, è necessario fornire ulteriori dati. MOLTI dati. I recenti progressi nell’IA sono il risultato di due sviluppi. Innanzitutto, anni e anni di potenza di calcolo migliorata. Questa potenza indica il numero di calcoli che un computer può eseguire in un secondo. L’altro sviluppo è stato l’esplosione di dati personalizzati che sono diventati improvvisamente disponibili quando persone in tutto il mondo hanno iniziato a caricare i propri dati personali sui siti Web dei social media. La quantità di dati pubblici resi improvvisamente disponibili coincideva con la capacità dei computer di elaborare effettivamente tali dati alla velocità della luce.

L’ulteriore miglioramento dell’intelligenza artificiale richiederà nuove tecniche e ancora più dati affinché i computer possano ordinare. L’intelligenza artificiale richiede grandi quantità di dati per addestrare i suoi algoritmi sottostanti. Il 5G consente di registrare e trasmettere set di dati molto più grandi tra le piattaforme di quanto sia possibile in questo momento. In altre parole, il 5G aiuterà a superare la barriera tecnologica di alimentazione di algoritmi AI abbastanza dati per aiutare l’IA a diventare più avanzata.

In breve, il 5G ha il potenziale per trasformare in realtà la prossima grande rivoluzione tecnologica. Il potenziale per una maggiore produttività è quasi inimmaginabile. In combinazione con l’avanzato campo dell’IA, le applicazioni per queste tecnologie emergenti sono praticamente illimitate. Ma cos’è esattamente l’intelligenza artificiale? In che modo le macchine “apprendono”? E quali sono i possibili rischi dell’IA?

Qual è la definizione di AI?

Cervello di circuito sul portatileL’intelligenza artificiale o intelligenza artificiale è l’intelligenza dimostrata dalle macchine. Ciò significa che macchine come i computer svolgono compiti che richiedono una qualche forma di intelligenza. Un’altra descrizione dell’IA è: “Si dice che una macchina abbia un’intelligenza artificiale se è in grado di interpretare i dati, potenzialmente apprendere dai dati e utilizzare tali conoscenze per adattarsi e raggiungere obiettivi specifici”. L’idea alla base è che l’intelligenza umana può essere descritta in modo così preciso che una macchina può essere costruita per simularla. Questo è il motivo per cui l’IA viene spesso utilizzata in connessione con i robot: macchine che sono fondamentalmente copie di esseri umani con le stesse capacità.

Esistono due concezioni molto diverse dell’intelligenza artificiale. Il primo “tipo” o idea di AI è quello che riconosci da film famosi come 2001: Odissea nello spazio o Terminator. Si tratta di macchine o sistemi che pensano, pianificano e rispondono proprio come gli umani, pur possedendo la cosiddetta “superintelligenza”. Questo si chiama Artificial General Intelligence (AGI) e sarebbe in grado di elaborare le informazioni alla velocità della luce, fare calcoli incredibilmente complessi in nanosecondi e non dimenticare mai nulla. Puoi immaginarlo come Google con la sua mente. In questo momento, tale tecnologia non esiste. Gli scienziati non sanno se l’AGI sia persino realisticamente possibile.

La seconda versione di AI è chiamata “AI stretta”. Questa è l’IA che esiste realmente e viene ulteriormente sviluppata mentre stai leggendo questo. L’intelligenza artificiale ridotta è un sistema che svolge incredibilmente bene compiti distinti, come auto a guida autonoma, riconoscimento vocale o software in grado di effettuare diagnosi mediche basate su imaging avanzato. All’interno di Narrow AI esiste una distinzione tra diversi tipi di apprendimento.

I diversi tipi di apprendimento AI stretto

Nell’intelligenza artificiale stretta, ci sono diversi tipi di apprendimento. Nella tabella seguente troverai una breve e semplicistica descrizione di questo tipo di apprendimento.

Tipo di “apprendimento”
Descrizione
Apprendimento automaticoL’apprendimento automatico prevede l’utilizzo di esempi ed esperienze in forma di dati per perfezionare il modo in cui i computer fanno previsioni o svolgono attività
Apprendimento supervisionatoL’apprendimento supervisionato mostra dati di esempio con etichetta AI, come fotografie con descrizioni, per “insegnare” a un computer come interpretarli e classificarli
Apprendimento senza supervisioneL’apprendimento senza supervisione significa alimentare i dati di un computer senza alcuna guida annotata o etichettata
Insegnamento rafforzativoL’apprendimento per rinforzo è un software che sperimenta diversi tipi di azioni che può eseguire per capire come massimizzare una ricompensa virtuale, non diversamente dai punti di punteggio in un videogioco
Apprendimento profondoL’apprendimento profondo è forse la forma più conosciuta e potenzialmente il tipo più innovativo di apprendimento. Il deep learning consente alle macchine di “apprendere” facendole ordinare attraverso enormi set di dati e quindi riconoscendo modelli, trovando correlazioni e facendo inferenze basate sulle probabilità. Questa tecnica ha permesso all’intelligenza artificiale di fare cose sorprendenti come: battere il miglior giocatore di scacchi del mondo, diagnosticare correttamente i melanomi, avviare conversazioni complicate con gli umani, guidare automobili, battere videogiochi, dipingere ritratti e persino fare scoperte scientifiche.

Per la cronaca, la meccanica effettiva dell’apprendimento dell’IA è molto più complessa di quanto descritto qui.

Per i computer, il riconoscimento delle immagini è più difficile che per gli umani (ne parleremo più avanti). Questo perché i computer sono bravi a abbinare zeri e quelli ma non a identificare gli oggetti. L’intelligenza artificiale riconoscerà facilmente due immagini identiche di un gatto perché queste immagini avranno lo stesso numero esatto di pixel (tra le altre proprietà). Tuttavia, ciò non significa che la macchina abbia riconosciuto il gatto come gatto. Quando lo stesso gatto viene mostrato in altre immagini, la macchina non lo riconoscerà. Per fare ciò, i problemi matematici complessi devono essere risolti attraverso una rete neurale.

L’obiettivo del deep learning è di decodificare le capacità di apprendimento del cervello umano. Le reti neurali simulano la rete di neuroni nel cervello umano al fine di prendere decisioni in un modo più umano.

Le possibilità e i limiti dell’IA

Vari studi sono stati pubblicati negli ultimi anni sostenendo che l’IA sarà un vero cambio di gioco economico. PwC Global, una rete di servizi professionali, prevede che “l’IA potrebbe contribuire fino a 15,7 trilioni di dollari all’economia globale nel 2030. In parole povere, c’è una quantità assurda di denaro da fare con 5G e AI.

Alcuni dei settori che trarranno il massimo dall’intelligenza artificiale sono sanità, industrie automobilistiche, servizi finanziari, vendita al dettaglio, tecnologia, comunicazione e intrattenimento, produzione, energia, trasporti e logistica.

Robot con punti interrogativi

Tuttavia, è anche importante vedere i limiti dell’IA così come esiste attualmente. Le reti neurali AI fino ad ora hanno solo pochi milioni di “neuroni”. Che è ancora molto poco rispetto ai 100 miliardi di neuroni all’interno di ogni cervello umano e ai suoi trilioni di sinapsi. Inoltre, le reti neurali AI sono “modellate” sul cervello umano; tuttavia i cervelli umani sono così incredibilmente complessi che siamo ancora lontani dalla loro completa comprensione. In altre parole, le reti neurali AI sono un’imitazione incompleta di qualcosa di così complesso che non abbiamo ancora capito – se mai lo faremo.

Per dare un semplice esempio delle limitazioni dell’IA come esiste oggi: “un sistema di” apprendimento profondo “in esecuzione su 16.000 processori ha insegnato a identificare i gatti – con una precisione del 75% – dopo aver analizzato 10 milioni di immagini.” Un bambino di tre anni può identificare correttamente i gatti dopo aver visto due o tre durante una passeggiata nel parco. Questa forma di AI è chiamata “stretta” perché, alla fine della giornata, l’IA è valida solo come i dati che viene alimentata. Gli esseri umani controllano ancora l’inserimento di dati e sono sfidati a elaborare reti ed equazioni complesse per far funzionare l’IA. Inoltre, a differenza degli umani, questi algoritmi di apprendimento profondo non sono in grado di prendere in considerazione idee o concetti che non hanno mai incontrato prima.

In breve, esiste un grande potenziale per queste tecnologie; ma siamo ancora lontani dal raggiungere quel potenziale.

Miti comuni sull’intelligenza artificiale

Poiché il termine AI viene utilizzato molto nei film e in altri media, le persone hanno sviluppato alcune idee sbagliate comuni sull’intelligenza artificiale. Nella tabella seguente discutiamo di vari miti ben noti sull’AI e su quale sia la verità.

Mito
Verità
“Superintelligence” è a pochi anni di distanzaLe prossime fasi dell’intelligenza artificiale ridotta sono molto probabilmente a distanza di decenni. L’AGI potrebbe non esistere mai.
La creazione di un’AGI onnipotente è inevitabilePuò succedere Non può. Gli esperti di IA non sono d’accordo e semplicemente non lo sappiamo.
Solo le persone che hanno già paura delle nuove tecnologie si preoccupano dell’IAMolti importanti ricercatori di intelligenza artificiale e altri scienziati hanno espresso preoccupazione per l’IA e la direzione in cui sta andando.
L’intelligenza artificiale potrebbe diventare cosciente o malvagiaLo scenario più probabile è che l’IA fraintenderà gli obiettivi umani. Dire all’intelligenza artificiale di “portarti in ospedale il più rapidamente possibile” potrebbe far sì che un’auto a guida autonoma superi il limite di velocità e causi molti incidenti perché il suo unico obiettivo è arrivarci più velocemente possibile senza considerare il contesto. Questa è una cattiva comunicazione tra umani e IA che porta a obiettivi disallineati. Questo è diverso dall’IA che diventa malvagia.
I robot sono la principale preoccupazione quando si tratta dei pericoli dell’IALa preoccupazione principale quando si tratta di AI è in realtà “intelligenza disallineata” come indicato sopra. È qui che gli obiettivi dell’IA non corrispondono ai nostri obiettivi.
Le macchine non possono avere obiettiviLe macchine in realtà possono avere obiettivi. Ad esempio, un missile in cerca di calore ha un obiettivo, vale a dire: colpire il suo obiettivo. Il problema che si pone è quando quegli obiettivi sono disallineati con quelli dell’essere umano che li determinano.

Le preoccupazioni per il 5G

Dato che il 5G e l’IA hanno un potenziale così grande per cambiare il mondo, è naturale che ci siano anche molte preoccupazioni. Le paure peggiori riguardano l’IA, ma il 5G ha anche molti critici vocali che temono che la nuova infrastruttura di telecomunicazioni produrrà effetti negativi sulla salute.

5G utilizza una frequenza più elevata di onde radio rispetto a 3G o 4G. Questa frequenza più elevata consente a più dispositivi di accedere a Internet contemporaneamente. Questo è ciò che abiliterà l’Internet of Things. Tuttavia, alcune persone temono che questa frequenza più elevata in combinazione con molti più dispositivi che comunicano costantemente tra loro avrà un effetto negativo sulla nostra salute e su quella degli altri animali.

Questa è una preoccupazione ragionevole. Se c’è un forte aumento delle onde radio e delle radiazioni elettromagnetiche in tutte le principali città, sarebbe logico chiedersi almeno se ciò non potrebbe avere effetti collaterali. Ma è importante ricordare che, fino ad ora, nessun effetto negativo sulla salute è stato collegato alle radiazioni dei dispositivi di telecomunicazione, vale a dire torri radio o telefoni cellulari. Nel 2014, l’Organizzazione mondiale della sanità ha rilasciato questa dichiarazione: “non sono stati stabiliti effetti avversi causati dall’uso del telefono cellulare”. Ciò non significa che sia impossibile che il 5G causi effetti negativi sulla salute. Ma finora non sono state trovate prove.

I rischi dell’Internet of Things

L’Internet of Things collegherà più dispositivi insieme di quanto non sia mai stato fatto prima. Ciò può produrre cooperazione ed efficienza in numerosi settori, ma comporta anche numerosi rischi.

  • Maggiore è la rete di dispositivi, più dispositivi sono vulnerabili se un hacker riesce a violare la sicurezza della rete
  • La quantità di dispositivi che saranno collegati insieme potrebbe essere troppa per essere gestita realisticamente dall’umanità. Verrà un punto in cui sarà impossibile mantenere il controllo
  • Se è presente un bug nella rete, potrebbe essere possibile che ogni dispositivo della rete ne sia influenzato negativamente
  • Non esiste ancora uno standard globale per la compatibilità di tutti i dispositivi che dovrebbero diventare parte di Internet of Things. Ciò potrebbe causare problemi di comunicazione tra i dispositivi

I rischi dello sviluppo dell’IA

Soprattutto l’IA ha molte persone interessate. La creazione di un AGI potrebbe sfuggire di mano e provocare un disastro per l’umanità, proprio come nel Terminator. Per fortuna, questo è il problema meno probabile derivante dall’intelligenza artificiale. Tuttavia, ci sono una serie di altre serie preoccupazioni che riguardano lo sviluppo dell’IA.

Persona
Preoccupazione
Elon MuskLa competizione globale sul dominio dell’IA potrebbe portare le nazioni tecnologicamente più avanzate del mondo (Stati Uniti, Cina, Russia, Germania ecc.) A causare accidentalmente la terza guerra mondiale.
Stephen HawkingL’intelligenza artificiale porta molte interruzioni che potrebbero portare al più grande disastro della storia umana. Pensa a potenti armi autonome, a nuovi modi di opprimere il popolo o a sconvolgimenti economici di massa
Sviluppatori AII pregiudizi algoritmici (come la discriminazione nei confronti delle donne o delle minoranze) potrebbero essere accidentalmente rilevati dall’intelligenza artificiale e portare a un’ulteriore discriminazione in termini di opportunità di lavoro, diritti, borse di studio e molte altre aree
L’Unione EuropeaSenza un quadro normativo per proteggere le libertà e la privacy individuali, l’IA potrebbe essere utilizzata come strumento di sorveglianza di massa e un’arma contro le libertà personali

Pensieri finali

5G e AI non sono ancora dietro l’angolo. Ci vorranno almeno alcuni anni prima che possiamo vedere gli effetti ad ampio raggio della tecnologia 5G implementata su larga scala. L’intelligenza artificiale è probabilmente ancora a decenni di distanza dal raggiungimento del livello di intelligenza su cui molte persone ipotizzano. Il 5G offre un quadro molto più chiaro di ciò che possiamo aspettarci in termini di pro e contro. Una cosa è certa, sentiremo ancora di più su 5G e AI nei prossimi due anni.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me