Come proteggere i tuoi figli online? | VPNoverview

Sin dai suoi inizi piuttosto modesti negli anni ’70, Internet è cresciuto fino a diventare uno dei più grandi archivi di informazioni al mondo e un facilitatore vitale della comunicazione globale. 3,5 miliardi di persone hanno accesso a Internet in tutto il mondo, il che significa che il 45% della popolazione mondiale naviga sul Web, su base regolare, ogni anno.


L’accesso a Internet mobile ha aumentato enormemente il numero di persone che hanno accesso regolare a Internet, aiutando la penetrazione di Internet a raggiungere l’89% in Nord America nel 2017.

Mentre Internet è uno strumento fantastico con molti usi, dall’istruzione all’intrattenimento, ha anche un lato oscuro, specialmente per bambini e giovani adulti.

Keylogger HackerOltre 45 milioni di bambini, di età compresa tra dieci e diciassette anni, usano Internet su base regolare e uno su cinque di questi bambini è stato sollecitato sessualmente. Circa il 60% degli adolescenti ha ricevuto una forma di comunicazione da uno sconosciuto e metà dei bambini contattati ha risposto a questi messaggi. Il crimine informatico è una delle aree in più rapida crescita dell’attività criminale e i criminali informatici stanno diventando sempre più giovani.

I pericoli di Internet non si limitano ai molestatori di bambini e ai criminali. Mentre Internet ci consente di comunicare con gli altri in tutto il mondo, può essere altrettanto facilmente utilizzato per indirizzare qualcuno attraverso la messaggistica e i social media. Circa il 15% dei bambini sotto i 15 anni è stato esposto a qualche forma di cyberbullismo.

Per fortuna, i genitori hanno a disposizione una gamma di opzioni per proteggere i propri figli, pur consentendo loro di sfruttare appieno Internet.

In questo articolo, esamineremo quali sono le più comuni minacce basate su Internet ai bambini e come combatterli, semplici regole che puoi utilizzare per aumentare la sicurezza del tuo bambino online, come adattare tali regole a gruppi di età specifici e quali sono disponibili strumenti che ti permetteranno di supervisionare le attività online di tuo figlio.

Quali sono i pericoli?

Il modo migliore per proteggere tuo figlio dai pericoli più comuni di Internet è sapere cosa cercare. Come dice il vecchio proverbio “è stato avvertito”, così in questa sezione, esamineremo alcuni dei pericoli più comuni che tuo figlio potrebbe affrontare online.

Contenuto inappropriato

Internet è un luogo pieno di ogni tipo di contenuto, che è ciò che lo rende una risorsa così eccellente per i bambini che desiderano imparare. Tuttavia, l’enorme quantità di contenuti su Internet è precisamente ciò che rende così difficile impedire ai bambini di accedere a cose a cui non dovrebbero avere accesso.

Un bambino su quattro che usa Internet regolarmente è stato esposto a pornografia indesiderata. Anche la ricerca di Google più innocua può portare a siti Web che promuovono il razzismo, la radicalizzazione religiosa o addirittura incoraggiano le persone a commettere violenza o suicidio.

Predatori sessuali

È un fatto triste che un bambino su cinque che abbia accesso a Internet sia stato sollecitato sessualmente. Come società, siamo più connessi di quanto non siamo mai stati prima. Mentre i social media basati su Internet sono un ottimo modo per connettere molte persone, possono anche mettere in contatto i bambini con i predatori.

La maggior parte delle piattaforme di social media, come Twitter e Facebook, è sottoposta a screening per contenuti inappropriati o comunicazioni rivolte ai bambini. Ma il semplice fatto è che non tutte le cose cattive possono essere intercettate.

Le chat room illimitate e le app di messaggistica, come WhatsApp, sono molto più difficili da regolare. Come accennato in precedenza, il 60% degli adolescenti ha ricevuto una forma di comunicazione da uno sconosciuto. Poco più della metà delle persone contattate ha risposto a questi messaggi.

Cyber ​​bullismo

Un sondaggio del 2017 ha indicato che circa il 15% dei bambini di età inferiore ai 15 anni è stato esposto a qualche forma di cyberbullismo. In parole povere, il bullismo fisico colpisce circa il 20% dei bambini in età scolare negli Stati Uniti, il che significa che il cyberbullismo è diventato un problema tanto quanto il bullismo fisico.

Uno dei motivi dietro l’ascesa del cyberbullismo è l’anonimato fornito da Internet. Tale anonimato consente ad altri bambini di dire e fare cose che non prenderebbero mai in considerazione faccia a faccia. Il cyberbullismo può anche essere difficile da individuare, poiché bambini e giovani sono spesso privati ​​dei loro profili sui social media e del contenuto delle loro app di messaggistica.

Crimine informatico

Il crimine informatico è l’impresa criminale in più rapida crescita negli Stati Uniti e, sfortunatamente, i bambini sono il gruppo di vittime in più rapida crescita. In poche parole, i bambini e i giovani adulti sono molto più vulnerabili all’essere manipolati nel download di software dannoso o nel rinunciare ai dettagli personali durante gli attacchi di phishing.

Un divieto generale è una cattiva idea

Dati i pericoli che un bambino con accesso illimitato a Internet potrebbe potenzialmente affrontare, potrebbe sembrare una buona idea semplicemente impedire a suo figlio di accedere a Internet. Questa non è l’opzione migliore per una serie di motivi:

  • Internet è ovunque – Tagliare completamente il bambino da Internet può essere molto difficile se non impossibile. Il 95% delle scuole del Nord America e dell’Europa ha accesso a Internet e la penetrazione di Internet mobile è universalmente intorno all’80-90% nella maggior parte dei paesi sviluppati. Una vasta gamma di dispositivi, dalle console di gioco agli smartwatch, ha bisogno della connettività Internet per funzionare correttamente.

Tagliare il tuo bambino fuori da Internet quando è una parte così grande della società moderna potrebbe rivelarsi più difficile di quanto pensi, e anche se lo fai, potrebbe non essere efficace come speravi.

Numerosi studi hanno dimostrato che l’istruzione è il metodo migliore per proteggere i bambini online, mentre un divieto assoluto li rende ignoranti e quindi vulnerabili ai potenziali pericoli online.

  • Internet ha vantaggi significativi – Anche se limitare a tutti i tuoi figli l’uso di Internet sembra conveniente, impedisce ai bambini di beneficiare dei numerosi vantaggi offerti dall’accesso a Internet. Se non altro, Internet è un eccellente strumento educativo, che consente ai bambini di imparare tutto ciò che c’è da sapere.

Le regole di base della sicurezza di Internet

Se stai cercando un modo per consentire a tuo figlio di usare Internet pur mantenendolo al sicuro dai suoi pericoli comuni, allora ci sono passi che puoi prendere.

Sebbene non tutte le soluzioni siano applicabili alla situazione di tutti, ci sono alcune regole di base che puoi mettere in atto per migliorare la sicurezza online dei tuoi figli senza limitare significativamente il loro accesso a contenuti appropriati.

Educa te stesso

Il modo migliore per determinare se tuo figlio partecipa o è esposto a comunicazioni o contenuti inappropriati è sapere come funzionano i computer e come viene comunemente usato Internet.

Non preoccuparti se sembra un po ‘scoraggiante, la tecnologia è in continua evoluzione e per fortuna ci sono un numero considerevole di risorse là fuori che possono aiutarti a ottenere le informazioni di cui hai bisogno.

Educa il tuo bambino

Uno dei fattori che viene spesso trascurato quando si considera la sicurezza di Internet per i bambini è quanto sia importante coinvolgere i bambini in quella conversazione. Viviamo in un mondo in cui anche i bambini più piccoli stanno migliorando sempre di più con l’uso di dispositivi connessi a Internet. Educare i tuoi figli ai potenziali rischi legati all’uso di tali dispositivi e al perché hai messo in atto specifiche restrizioni è una parte importante per tenerli al sicuro.

È difficile per chiunque, figuriamoci un bambino, evitare pericoli di cui non sono a conoscenza.

Spiega il crimine informatico

Ovviamente, questo dipende in qualche modo dall’età di tuo figlio, ma non c’è nulla di male nello spiegare le basi del crimine informatico ai bambini. Più capiscono, meno è probabile che vengano indotti a fornire informazioni personali o a scaricare software pericoloso sul computer di famiglia.

Tieni i tuoi computer in una sala comune

Collocare il computer in una stanza condivisa e assicurarsi che lo schermo sia visibile è un modo semplice per monitorare le attività online dei bambini e assicurarsi che accedano solo al contenuto appropriato.

La semplice presenza di un adulto nella stessa stanza di solito è sufficiente per impedire ai bambini di tentare di accedere a qualsiasi cosa a cui non dovrebbero essere esposti e consente anche di monitorare le loro comunicazioni online.

Imposta una password sicura

Potrebbe sembrare semplice, ma il fatto è che la maggior parte di noi non si preoccupa nemmeno di prestare attenzione alle semplici regole della sicurezza di Internet da soli. L’impostazione di una password sicura su tutti i tuoi dispositivi connessi a Internet non è un grosso inconveniente per la maggior parte di noi, ma impedirà ai bambini più piccoli di accedere ai dispositivi quando non ci sei..

Se il numero significativo di storie sui bambini che spendono ingenti somme di denaro in giochi o nel Google Play Store ci ha insegnato qualcosa, è che i bambini di tutte le età sono sorprendentemente abili nell’uso tecnologico, che è qualcosa che noi genitori dobbiamo prendere in considerazione account.

Concedi loro un limite di tempo

Mentre Internet è un’eccellente fonte di istruzione e intrattenimento, trascorrerci ogni ora al giorno non è affatto salutare. L’impostazione di un limite di tempo per l’accesso a Internet per i tuoi figli richiederà loro di uscire e giocare. Inoltre ti consente di impedire loro di accedere a Internet quando non sei in grado di controllarli.

Non lasciarli caricare e scaricare foto di se stessi

Download per laptopI predatori online spesso richiedono foto delle loro vittime. Cominciano chiedendo foto “innocue”, ma quando iniziano a guadagnare la fiducia del bambino, inizieranno a fare pressioni per inviare sempre più immagini inappropriate.

Chiedere a tuo figlio di chiedere il permesso prima di inviare qualsiasi immagine è un’altra misura di sicurezza che può aiutare a proteggerle da comunicazioni inappropriate.

Rafforzare la regola “Non parlare con gli estranei”

Il vecchio detto “non parlare con estranei” è appropriato per la comunicazione online come lo è nel mondo reale. Mentre i social media sono un modo eccellente per i giovani adulti di comunicare e connettersi con le persone, i bambini più piccoli dovrebbero essere scoraggiati dal parlare con persone online al di fuori del loro gruppo di amicizia stabilito.

Fai evolvere le tue regole mentre i tuoi figli crescono

I bambini cambiano man mano che crescono, diventando più maturi e responsabili. Le restrizioni che avevano senso quando erano bambini piccoli possono diventare superflue quando diventano giovani adulti.

Il modo migliore per proteggere i bambini senza ostacolarli troppo mentre crescono è di evolvere le tue regole nel tempo. Di seguito sono riportate alcune linee guida suggerite che proteggeranno i bambini di diverse fasce di età mentre si divertono in Internet.

5 e sotto

  • Imposta presto i tuoi limiti sull’uso di Internet. Ora è il momento migliore per abituare tuo figlio all’idea di restrizioni e limiti di tempo per l’uso di Internet.
  • Comunica le tue regole per l’utilizzo di Internet con altre persone e gruppi che si prenderanno cura di tuo figlio. Se i nonni, la scuola, i doposcuola e la tua babysitter lavorano tutti sullo stesso playbook, questo rende il tuo bambino al sicuro mentre usano Internet molto più facilmente.
  • Acquista un dispositivo appositamente progettato per l’uso da parte di bambini di età pari o inferiore a 5 anni. Questi dispositivi possono essere collegati a Internet, ma contengono controlli rigorosi sull’uso di Internet, controlli parentali programmabili e sono spesso molto più robusti del tuo iPad medio.
  • Verificare con il proprio provider di servizi Internet (ISP) se sono presenti controlli parentali incorporati che è possibile abilitare. La maggior parte dei principali ISP offre ora una gamma di controlli parentali, sebbene possano avere funzioni di base.
  • Un’altra opzione è installare software di controllo parentale di terze parti. Questi programmi sono generalmente più sofisticati e offrono una maggiore gamma di controllo su ciò che i bambini possono accedere online e quando possono accedervi.
  • Se stai utilizzando il controllo genitori incorporato dal tuo ISP, tieni presente che questi non funzioneranno se tuo figlio sta usando un dispositivo connesso al Wifi gratuito spesso offerto in luoghi come le principali catene di caffè.
  • Scarica solo giochi, app e contenuti multimediali a cui è stata assegnata un’età adeguata e assicurati di testarli o visualizzarli prima di consentire a tuo figlio di utilizzarli.

6 a 9 anni

  • A questa età, potresti dover impostare il controllo genitori su una gamma più ampia di dispositivi che tuo figlio sarà abbastanza grande da usare. Console di gioco, smart TV e persino alcuni orologi sono in grado di accedere a Internet e dispongono di funzionalità di messaggistica integrate.
  • Se non riesci ad abilitare il controllo genitori su un dispositivo di cui sei preoccupato per tuo figlio, assicurati che il dispositivo sia installato in una stanza pubblica, piuttosto che nella camera da letto del bambino.
  • Discutere della sicurezza di base su Internet con i propri figli e concordare su un elenco di siti Web che possono visitare. Descrivi quali informazioni non dovrebbero fornire online, come il loro nome, indirizzo o indirizzo della loro scuola.
  • Collabora con altri genitori per stabilire linee guida ragionevoli per l’utilizzo di Internet che possano essere applicate a tuo figlio e al suo gruppo di amicizia. Le regole coerenti sull’accesso a Internet hanno maggiori probabilità di essere accettate dai bambini e non dovrai preoccuparti che rimangano con i loro amici.
  • Guarda le specifiche del dispositivo di qualsiasi dispositivo che stai acquistando per tuo figlio. Il modo migliore per assicurarsi che tuo figlio acceda a Internet solo nel modo in cui, e al momento, anche tu lo desideri è quello di conoscere esattamente quali dispositivi possono accedere a Internet attraverso.

10-12 anni

  • Parla con tuo figlio dei rischi legati all’utilizzo dei social media. Spiega quali informazioni non devono essere fornite e che in nessun caso devono mai inviare foto di se stessi a chiunque le richieda senza prima ottenere il tuo permesso.
  • Fai sapere a tuo figlio che dovrebbero segnalarti immediatamente qualsiasi comportamento sospetto o contatto inappropriato. Se tuo figlio ti segnala comunicazioni inappropriate, non esitare a contattare la polizia.
  • Assicurati che tuo figlio sappia conservare oggetti come telefoni cellulari, tablet e smartwatch in un luogo sicuro quando non sono a casa. Ciò minimizzerà il rischio di perdita o furto.
  • Le piattaforme di social media come Facebook e YouTube hanno un limite di età minima di 13 anni. Questo è in atto per un motivo e dovresti assicurarti che i tuoi figli lo stiano osservando.
  • A questa età, è ragionevole per te avere accesso a tutti i dettagli di accesso dei tuoi figli ed essere in grado di controllare le loro attività online e quali messaggi stanno inviando e ricevendo.

13 anni e più vecchi

  • Una volta che il bambino inizia a diventare un giovane adulto, è ragionevole che abbiano un certo grado di autonomia. A questa età, dovresti lavorare con tuo figlio per sopportare la sua sicurezza online. Includerli nella conversazione e fornire loro le informazioni di cui hanno bisogno per stare al sicuro.
  • Resta al passo con le specifiche dei più recenti dispositivi abilitati a Internet, piattaforme di social media e app mobili. Più sai, migliore sarà la tua posizione per garantire la sicurezza del tuo bambino.
  • Una volta che il bambino ha raggiunto la pubertà, fai sapere loro che è giusto per loro fare ricerche su argomenti come salute, benessere, immagine corporea e sessualità. Esamina i tuoi controlli parentali per assicurarti che riflettano la crescente maturità di tuo figlio e le informazioni a cui deve accedere. Ricorda di discutere questi argomenti con tuo figlio per assicurarti che non ottengano informazioni false o fuorvianti online.
  • Discutere sui pericoli intrinseci del sexting e dell’invio di immagini di se stessi nudi agli altri.
  • Dato che tuo figlio ha ora accesso legale ai siti Web di social media come Facebook e YouTube, discuti del concetto di cyberbullismo con loro. Evidenzia inoltre che comunicare su Internet non è una vera garanzia di sicurezza o anonimato.
  • Discuti le basi del crimine informatico con tuo figlio. Fornisci loro le informazioni di cui hanno bisogno per identificare ed evitare truffe di phishing, fornire dettagli personali sui social media e scaricare software sospetto.
  • Sii consapevole delle conseguenze legali e personali del furto e del plagio del copyright e assicurati che anche tuo figlio ne sia consapevole.

Come utilizzare il software di controllo parentale

Una delle cose che abbiamo menzionato in questo articolo è l’uso del software di controllo parentale, integrato nei sistemi operativi, tramite ISP o tramite programmi di terze parti.

L’uso del software di controllo parentale può rendere la vita molto più semplice quando si tratta di proteggere i bambini online e limitare il loro accesso alle parti più buie di Internet. I programmi giusti possono fare molto per te, filtrando ciò a cui tuo figlio può accedere, limitando i tempi in cui possono usare Internet e permettendoti di monitorare i loro profili di comunicazione e social media.

Scegliere quale software di controllo parentale usare può essere più impegnativo. Per rendere le cose il più semplice possibile, mostreremo come abilitare i controlli parentali forniti dal tuo ISP o impacchettati con il tuo sistema operativo. Inoltre, analizziamo i vantaggi e le caratteristiche dell’utilizzo del software di controllo parentale.

Controlli ISP integrati

La maggior parte dei principali ISP offre ora un’opzione di controllo parentale. Queste opzioni tendono ad essere piuttosto basilari, usando il filtro per parole chiave per impedire agli utenti di accedere a siti Web nella lista nera con contenuti inappropriati, come violenza o pornografia.

Il modo migliore per abilitare il filtro dei contenuti del tuo ISP è contattarli direttamente per discutere i dettagli del servizio che offrono e le tue esigenze.

Va notato che il filtro delle parole chiave e il filtro DNS possono spesso essere aggirati dall’uso di siti Web proxy o persino dall’uso di un browser diverso. Anche se questo può sembrare complicato, dovresti sempre presumere che i tuoi figli siano abbastanza esperti di tecnologia per farlo.

Inoltre, i filtri di contenuti ISP non filtreranno i contenuti a cui accedono da dispositivi mobili, a meno che l’ISP non fornisca anche il servizio di banda larga mobile.

Controlli del sistema operativo integrati

I singoli sistemi operativi, come Android, Microsoft Windows e iOS / MacOS, dispongono di controlli parentali integrati che sono generalmente più complessi ed efficaci di quelli offerti dal tuo ISP. Hanno anche il vantaggio di essere liberi! Se non hai ancora attivato il controllo genitori, ecco una breve guida per attivarli sui tre sistemi operativi più popolari.

androide

  • Telefono cellulare AndroidPer abilitare il controllo genitori su un dispositivo Android, accedi a “Impostazioni” del dispositivo Android app e quindi scorrere fino a Opzione “Utenti”.
  • Da lì dovrai farlo aggiungere un nuovo utente e toccare il “Limitato” opzione quando richiesto. Da lì verrai anche promosso a impostare un pin, una password o una sequenza per accedere al dispositivo.
  • Una volta creato l’utente con restrizioni, puoi concedere o disattivare l’accesso a tutte le app e i servizi di localizzazione offerti dal tuo dispositivo Android. Il tuo bambino sarà in grado di accedere al dispositivo senza una password, ma solo sul suo account limitato.

Windows 10

  • Per accedere alle impostazioni del controllo genitori di Windows 10, basta digitare “Opzioni familiari” nella barra di ricerca sotto il menu di avvio.
  • Dal pagina delle opzioni familiari, sarai capace di impostare limiti di tempo per l’utilizzo di Internet e del computer. Puoi anche bloccare contenuti inappropriati, siti Web nella blacklist e persino aggiungere denaro al loro account Microsoft in modo che possano acquistare giochi e supporti adatti all’età senza i dettagli di pagamento.
  • Il filtro contenuti e le opzioni SafeSearch funzionano solo se tuo figlio utilizza il browser Microsoft Edge.
  • Dovrai configurare un account Microsoft affinché tuo figlio possa sfruttare appieno le opzioni della famiglia Windows. Ciò comporta i vantaggi di poter monitorare le attività Internet di tuo figlio e persino ottenere aggiornamenti regolari su tali attività da Microsoft.
  • Uno dei vantaggi significativi dell’utilizzo delle Opzioni familiari di Windows è che si estende ad altri dispositivi Microsoft, come i telefoni Windows e la gamma di console di gioco Xbox.

Mac OS

  • Per attivare il Controllo genitori su un Mac, accedere innanzitutto alla scheda “Preferenze di Sistema” facendo clic sul logo Apple situato nell’angolo in alto a sinistra del desktop.
  • Vedrai un’opzione contrassegnata “Controllo dei genitori,” dopo aver fatto clic su quell’opzione ti verrà presentata una notifica che legge “Non ci sono account utente da gestire.”
  • Seguire le istruzioni per aggiungere un nuovo utente gestito.
  • Una volta aggiunto il nuovo utente per tuo figlio, sarai in grado di farlo controllare il loro accesso a determinate app, quali Apple Store possono utilizzare, impostare limiti di tempo per l’utilizzo del Mac e persino disattivare l’accesso a funzioni come il microfono o la webcam integrata.
  • Puoi anche impostare i controlli per filtrare i siti Web a cui tuo figlio ha accesso, sebbene questo filtro dei contenuti funzionerà solo se si accede a Internet tramite il browser Safari.

iOS

  • Per configurare il controllo genitori su un dispositivo iOS, come un iPhone, vai alla scheda “Impostazioni” e quindi tocca “Durata schermo”.
  • Rubinetto “Continua” e quindi scegliere l’opzione contrassegnata “Questo è l’iPhone di My Child”.
  • Ti verrà richiesto di inserire a “Codice di accesso principale” se questo è il telefono di tuo figlio o un “Codice di accesso temporale schermo” se questo è il tuo dispositivo e stai permettendo a tuo figlio di usarlo.
  • Una volta impostato “Screen Time”, sarai in grado di impedire gli acquisti di iTunes e App Store, limitare l’accesso alle app e alle funzionalità integrate, filtrare i contenuti espliciti attraverso l’uso di classificazioni dei contenuti, filtrare i contenuti del sito Web, limitare il Web Siri cerca e limita l’accesso al Game Center.

Software di controllo parentale di terze parti

Sebbene i controlli parentali integrati offerti dagli ISP e dai sistemi operativi specifici abbiano i vantaggi di essere gratuiti e ragionevolmente facili da configurare, presentano alcuni aspetti negativi.

Il filtro dei contenuti tende ad essere relativamente semplice e non è universale. La maggior parte dei software di controllo genitori incorporati ha restrizioni che funzionano solo sui browser forniti con il sistema operativo, come Edge o Safari.

Mentre alcune opzioni di controllo parentale si estendono su una gamma di dispositivi, la maggior parte delle famiglie moderne ha una varietà di dispositivi che operano su diversi sistemi operativi. Ciò significa che devi utilizzare una gamma di diverse opzioni di controllo parentale, che possono creare confusione e potenzialmente lasciare lacune nelle tue restrizioni.

Una soluzione a questi problemi è l’uso di software di terze parti. È possibile scegliere tra una vasta gamma di programmi di controllo parentale.

Per aiutarti nella scelta e per darti un’idea di ciò che dovresti cercare, ecco alcune delle funzionalità più importanti che desideri dal software di controllo parentale.

Supporta una vasta gamma di dispositivi

Uno dei vantaggi significativi dell’utilizzo di una soluzione di terze parti è che molti offrono app che possono essere installate su una vasta gamma di dispositivi. Ciò significa che puoi utilizzare un unico set di restrizioni su tutti i dispositivi della tua famiglia senza utilizzare una gamma di diversi sistemi di controllo parentale.

Filtro contenuti

Poiché non sono collegati a un sistema operativo specifico, i programmi di controllo parentale di terze parti hanno la possibilità di filtrare ricerche su Internet, pagine Web e contenuti attraverso una vasta gamma di browser. Molti di essi includono anche un filtro HTTPS sicuro, che rende la navigazione più sicura e più sicura.

Il software di controllo parentale può anche essere utilizzato per impedire il download di programmi sospetti o app specifiche. Questo è l’ideale per evitare malware e impedire a un bambino di accedere alle app di messaggistica e social media.

Limiti di tempo

La maggior parte delle app di controllo parentale ti consentirà di impostare un limite di tempo giornaliero o settimanale per l’utilizzo di Internet e del computer. Alcuni software bloccheranno anche l’accesso ad alcune app in determinati momenti, il che è ottimo per assicurarsi che tuo figlio stia facendo i compiti o dorme piuttosto che giocare a Candy Crush.

Monitoraggio di messaggistica e social media

Sebbene questa opzione diventi meno utile man mano che il bambino cresce e merita un po ‘di privacy, un’opzione di messaggistica e monitoraggio dei social media è ottima per il check-in sui bambini più piccoli che hanno appena iniziato con i social media e per prevenire il cyberbullismo e contatti inappropriati.

Notifica remota e gestione degli accessi

Non sarai sempre a portata di mano se tuo figlio ha bisogno di un’estensione entro il limite di tempo per svolgere un compito importante o se ha bisogno di accedere a un servizio di messaggistica mentre è fuori casa.

Un’opzione di gestione remota delle notifiche e degli accessi ti consente di controllare le restrizioni imposte dal programma di controllo parentale dal tuo telefono. Ciò consente di rispondere alle richieste di accesso esteso o di accedere a funzioni come il rilevamento della posizione in caso di emergenza.

Cerchio Con Disney

Se l’idea di installare un’app su tutti i dispositivi di proprietà della tua famiglia non ti attira, ma desideri comunque una protezione maggiore di quella che i controlli genitori integrati offerti dal tuo ISP o sistema operativo possono fornire, non preoccuparti. C’è una terza opzione.

Circle with Disney è un dispositivo che si trova tra il router Wifi di casa tua e tutti i dispositivi ad esso collegati. È interessante notare che Circle with Disney usa lo spoofing ARP in un modo molto simile a quello che ti aspetteresti da un attacco hacker “man-in-the-middle” ma usa quella tecnica per migliorare la sicurezza della tua famiglia.

Sedendosi tra tutti i dispositivi della tua famiglia e il tuo router, Circle with Disney è in grado di filtrare selettivamente il traffico al fine di interrompere l’accesso a contenuti, siti Web e singole app.

I genitori possono utilizzare l’app Circle per raggruppare i dispositivi in ​​specifici membri della famiglia. Ciò consente di impostare limiti di tempo su una vasta gamma di dispositivi. Se tuo figlio accede a Internet solo per quattro ore al giorno, le quattro ore vengono monitorate sul proprio telefono, tablet, laptop o console di gioco.

Oltre a consentirti di imporre limiti di tempo, l’app ti consentirà di negare in modo selettivo l’accesso a Internet di determinati dispositivi. Puoi anche controllare per quanto tempo determinate app sono connesse a Internet. Questo è l’ideale per limitare l’accesso di tuo figlio ai social media o ai giochi o addirittura interrompere la connessione a Internet per tutti i dispositivi.

Sebbene Circle with Disney non offra molto di più rispetto ad altri programmi di controllo parentale, ha il vantaggio di impacchettarlo tutto in uno. Se l’idea di utilizzare una gamma di impostazioni su una moltitudine di app su dispositivi diversi è la tua idea di techno-hell, allora Circle with Disney fa per te. È un’opzione semplice e intuitiva che anche il genitore più esitante può utilizzare per garantire la sicurezza online dei propri figli.

Pensieri finali

Internet è una risorsa fantastica ed è diventata così radicata nella nostra società che è quasi impossibile non usarla. Tuttavia, ha i suoi rischi. Oltre al colossale repository di quasi tutte le conoscenze umane e i video di gatti divertenti, Internet è anche il terreno di caccia di predatori, criminali, cyberbully e contenuti che nessuno nella loro mente corretta vorrebbe esporre anche un bambino.

Sebbene possa sembrare la cosa giusta da fare, impedire a tuo figlio di accedere completamente a Internet è per lo più controproducente. La migliore soluzione per proteggere il tuo bambino online è una combinazione di comunicazione, istruzione e restrizioni ragionevoli.

Non c’è nulla di sbagliato nell’impedire a tuo figlio di accedere a contenuti che non sono abbastanza maturi per essere in grado di gestire. Tuttavia, man mano che tuo figlio cresce e matura, le tue regole sull’uso di Internet devono svilupparsi con loro. Ciò che funziona per un bambino di 5 anni causerà attrito solo con un adolescente.

Per fortuna, non sei solo. C’è un numero considerevole di risorse là fuori per aiutarti a educare te stesso sui pericoli che potrebbero essere incontrati su Internet e su come combatterli. L’istruzione, sia per te che per il tuo bambino, è uno dei fattori più importanti per mantenere se stessi e loro al sicuro mentre sono online. Non puoi evitare pericoli di cui non sei a conoscenza.

C’è anche una gamma di soluzioni tecnologiche per aiutare a proteggere la tua famiglia in modo digitale, da quelle integrate nel tuo iPhone a piccoli gadget intelligenti forniti da Disney. Utilizzando la vasta gamma di controlli parentali a tua disposizione, puoi impostare limiti di tempo e di utilizzo, filtrare ciò a cui tuo figlio può accedere sul Web, monitorare le loro comunicazioni e persino interromperle del tutto da Internet.

Per quanto utili siano queste opzioni di controllo parentale, il modo migliore per proteggere il tuo bambino durante le sue attività online è renderlo consapevole del pericolo e mantenere una linea aperta di comunicazione con lui.

Coinvolgerli nella conversazione sulla sicurezza di Internet significa che entrambi lavorerai per lo stesso obiettivo. Sanno che possono venire da te con domande e saranno in grado di parlarti di tutto ciò che hanno incontrato che li ha sconvolti. Ciò ti consente di giocare una mano più attiva nella loro sicurezza.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me