I migliori provider VPN per Linux | VPNoverview

Stufo della schermata blu della morte di Windows? O forse ti sei stancato di inseguire la prossima generazione di hardware necessario per rimanere aggiornato con la comunità Mac. O forse ti piace la flessibilità di avere un sistema operativo completamente personalizzabile. Lentamente, sempre più persone stanno scoprendo i vantaggi che le distribuzioni Linux hanno da offrire. Naturalmente, una VPN è utile indipendentemente dal sistema operativo con cui stai lavorando. Tuttavia, quando usi Linux, è importante scegliere la VPN giusta per la tua distribuzione Linux.


Ci sono differenze sostanziali nella qualità, utilità ed esperienza utente di una VPN per utenti Linux a seconda del provider che scelgono. La semplice verità è che alcuni provider VPN si sono presi la briga di fornire un’app ben funzionante (o per il terminale o con la sua interfaccia utente) per gli utenti Linux, mentre altri riconoscono appena la loro esistenza. Di seguito troverai le nostre prime tre migliori VPN per Linux, ognuna con i suoi vantaggi unici. Se scegli uno di questi provider VPN, puoi essere certo che la tua esperienza Linux sarà migliorata in modo significativo.

Linux e la privacy vanno di pari passo 

Linux Logo LaptopEsiste una rivalità di lunga data tra gli utenti del sistema operativo Windows di Microsoft e gli utenti dei Mac di Apple. Entrambi affermano sempre che il proprio sistema operativo è il migliore. C’è una cosa che entrambi i sistemi operativi hanno in comune: il loro codice sorgente è segreto e proprietario. Ogni volta che il codice sorgente di un programma non è aperto al controllo, la tua privacy e sicurezza potrebbero essere a rischio. Per questo motivo, non c’è modo di sapere con certezza cosa sta facendo il software dietro le quinte. Inoltre, le aziende tecnologiche di maggior successo hanno l’abitudine di raccogliere informazioni sui propri utenti. Non avrai questo problema con Linux, perché il suo codice è open source e disponibile a tutti.

Usando Linux

Essendo un sistema operativo completamente open source, Linux è una scelta popolare per gli utenti interessati alla privacy. Chiunque può vedere il codice sorgente, nel senso che chi sa come funziona il codice, saprà esattamente di cosa è capace. Se il tuo sistema operativo Linux contenesse codice per raccogliere informazioni sui suoi utenti, qualcuno lo noterebbe e spargerebbe la voce come un incendio. Questa apertura aumenta il tuo senso di privacy e protezione.

Usando una VPN

Se questo senso di privacy ti affascina, è probabile che trarrai vantaggio anche da una VPN. Una buona VPN crittografa i dati da e verso il tuo dispositivo. Ciò impedisce attacchi man-in-the-middle e mantiene i tuoi dati al sicuro. Le tue richieste di dati non vanno direttamente al sito Web, ma vengono prima inviate tramite un server VPN anonimo. Di conseguenza, i siti visitati non saranno in grado di risalire ai dati. La posizione, la cronologia del browser e le ricerche rimangono private. Inoltre, l’utilizzo di una VPN consente di aggirare il contenuto geo-bloccato. In breve, una VPN offre un maggior grado di anonimato, libertà e sicurezza online.

Le migliori VPN per il tuo Linux

L’associazione del tuo sistema Linux a un servizio VPN è una combinazione vincente in termini di privacy. Sfortunatamente, non tutti i servizi VPN funzioneranno su qualsiasi distribuzione Linux. È importante essere consapevoli di quale VPN funzionerà su quale sistema e quali opzioni sono disponibili per ciascuna VPN, in quanto variano abbastanza. Se utilizzi una delle seguenti VPN, hai quasi la certezza di beneficiare notevolmente del servizio. Va da sé che tutti i seguenti servizi VPN hanno una rigorosa politica di non log.

ExpressVPN

Ideale per: Velocità e affidabilità

Disponibile per: Ubuntu, Debian, Fedora, CentOS, Arch, Raspbian

ExpressVPN è senza dubbio una delle migliori opzioni per gli utenti Linux. Se usi un sistema Linux, la tua distribuzione è probabilmente coperta da ExpressVPN. Non c’è dubbio che la caratteristica più forte di ExpressVPN è la sua rete di server, che è diversificata, affidabile e incredibilmente veloce. Di tutti i provider VPN là fuori, ExpressVPN è il più coerente per ottenere il meglio dalla tua connessione Internet. Inoltre, la sicurezza di ExpressVPN compete con quella di altre grandi VPN del settore. Non devi mai preoccuparti di perdite accidentali di IP o DNS provenienti da uno dei server ExpressVPN.

ExpressVPN ha un’app terminale facile da usare che può essere controllata con pochi comandi di base. È anche possibile attivare e disattivare un kill switch. In breve, non avrai problemi a utilizzare questo servizio. Per ulteriori informazioni, dai un’occhiata alla nostra recensione dettagliata di questo fornitore. L’unico aspetto negativo di ExpressVPN è il suo prezzo relativamente alto. Poi di nuovo, almeno sai che stai pagando per la qualità.

NordVPN 

Ideale per: Sicurezza e funzionalità extra

Disponibile per: Ubuntu, Debian, Fedora, CentOS, openSUSE, RHEL, QubesOS

Se la privacy e la sicurezza sono la tua preoccupazione principale, NordVPN è la VPN per te. NordVPN supporta diversi protocolli di sicurezza, tra cui OpenVPN, il gold standard di sicurezza. Laddove la maggior parte delle VPN utilizza la crittografia a 256 bit, che è già molto potente, NordVPN utilizza la crittografia SSL a 2048 bit. Ciò significa che i tuoi dati sono al di là della sicurezza.

L’app terminale per Linux ti consente anche di aggiungere una serie di funzionalità di sicurezza extra: puoi scegliere i tuoi server DNS, disattivare IPv6 o aggiungere un proxy SOCKS5, multi-hop o Cybersec (uno strumento aggiuntivo che ti aiuta a proteggerti da pubblicità, tracker e malware). Questi strumenti extra rendono NordVPN molto diverso da ExpressVPN. Mentre Express ha un leggero vantaggio in termini di velocità, NordVPN offre più funzionalità tecniche. Troverai più strumenti con cui giocare nella casella degli strumenti di NordVPN.

NordVPN ha server in 59 paesi. Il servizio utilizza anche una doppia connessione VPN unica in molti paesi. Ad esempio, la connessione a una VPN in Russia avviene tramite un server VPN nei Paesi Bassi. Ciò rende il monitoraggio della tua attività online ancora più difficile. NordVPN offre anche la scelta di un indirizzo IP dedicato. Ciò è utile per aggirare le misure che alcuni siti Web adottano per bloccare l’accesso dai server VPN. Anche NordVPN si comporta molto bene nei test di velocità, rendendolo il provider VPN più veloce per Linux dopo ExpressVPN. 

NordVPN non è meno impressionante per quanto riguarda il servizio clienti e l’usabilità. La VPN è facile da configurare, anche su piattaforme Linux. L’app del terminale ha una selezione di comandi intuitivi, che la rendono molto user-friendly. In caso di difficoltà su Linux, tuttavia, è disponibile un’ampia selezione di guide che è possibile consultare. Inoltre, in caso di problemi o domande, è possibile accedere al supporto di live chat 24/7. Infine, NordVPN è più economico di Express e spesso offrono ottime offerte e promozioni.

Accesso privato a Internet (PIA)

Ideale per: Prezzo e UI

Disponibile per: Ubuntu, Debian, (Fedora), Arch, (Slackware)

Un’interessante aggiunta a questo elenco è. Mentre NordVPN ed ExpressVPN tendono a dominare la cima delle liste nella maggior parte delle categorie, PIA è riuscita a trovare una posizione di nicchia sul mercato: è una VPN molto affidabile, facile da usare e conveniente per gli utenti Linux che desiderano un utente interfaccia (UI).

Pochissime VPN offrono app per Linux. Al contrario, richiedono l’utilizzo del terminale o l’aggiunta manuale di server OpenVPN per far funzionare il servizio. PIA ha semplificato le cose dandoti la possibilità di installare la sua interfaccia utente standard su Linux. Di conseguenza, l’esperienza Linux con PIA è esattamente la stessa di Windows. Si noti, tuttavia, che l’interfaccia utente è disponibile solo per utenti Ubuntu, Debian e Arch.

La rete di server e le velocità dei server PIA non sono buone come quelle di NordVPN ed ExpressVPN, ma sono ancora più che sufficienti per la maggior parte degli utenti. Ancora più importante, sono affidabili: i server hanno velocità stabili e non perdono mai informazioni IP o DNS. In un certo senso, ciò che si rinuncia alla velocità, si risparmia in termini di denaro. Per quasi la metà del prezzo di ExpressVPN, ottieni un servizio più che sufficiente per la maggior parte degli utenti. Per gli utenti Linux inesperti, l’interfaccia utente lo rende anche molto più accessibile.

Infine, PIA ha alcune funzionalità extra che ti aiutano a proteggere da pubblicità, tracker e malware, oltre a darti la possibilità di aggiungere server DNS personalizzati o un proxy SOCKS5. Tutto ciò messo insieme rende PIA uno dei migliori e più convenienti provider VPN per utenti Linux.

Mullvad

Ideale per: esperienza complessiva e usabilità

Disponibile per: Ubuntu, Debian, Fedora

Mullvad è quello strano in questa lista. Contrariamente alla maggior parte degli altri provider VPN che offrono un’opzione Linux, Mullvad ha reso l’esperienza Linux così semplice e ottimizzata come se non fossi nemmeno su Linux. Sono, come PIA, uno dei pochi provider che ti danno la possibilità di usare il loro inferface utente (UI) di Windows. L’intero processo di impostazione della connessione VPN viene eseguito senza sforzo. Una volta ottenuto il codice di accesso, vai alla loro pagina Linux e scarica il repository. Quindi, aprire l’interfaccia utente e selezionare uno dei loro numerosi server. Questo è tutto. Quasi nessuna installazione VPN funziona così ottimizzata su Linux.

La rete di server di Mullvad non è la migliore, sebbene sia una delle migliori. La loro rete ospita 492 server in 36 paesi. Questi server sono, nel complesso, molto veloci e molto sicuri. Non abbiamo riscontrato una singola istanza di perdite DNS o problemi di connessione a nessun server. Funzionano solo attraverso i protocolli OpenVPN e Wireguard, i più sicuri attualmente disponibili. Mullvad ha anche i propri server bridge per aggirare i potenti firewall. Infine, c’è anche il kill switch standard.

Con un prezzo fisso di 5 € al mese, Mullvad è leggermente più costoso rispetto alle altre VPN, ma a quel prezzo ottieni un’esperienza VPN affidabile e molto utilizzabile per Linux da un’azienda che viene spesso salutata per la sua dedizione all’anonimato e alla privacy. L’unico aspetto negativo che è importante notare, tuttavia, è che Mullvad è una società svedese e si trova quindi in una nazione a 14 occhi. Per gli utenti Linux, Mullvad è una delle tue migliori opzioni e una delle nostre scelte preferite!

Pensieri finali

L’uso di Linux è un ottimo modo per mantenere private le tue informazioni. La connessione tramite VPN in aggiunta rafforza solo la privacy e la sicurezza online. Mentre ci sono centinaia di servizi VPN là fuori, trovarne uno che non ti protegge solo, ma funziona anche con il tuo sistema operativo Linux, è piuttosto raro. A seconda di ciò per cui desideri utilizzare la tua connessione VPN, uno di questi tre servizi VPN potrebbe facilmente soddisfare le tue esigenze di un’esperienza online privata, veloce e più sicura. 

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me