È legale usare una VPN? | VPNoverview.com

Lady JusticeSe hai raggiunto questa pagina, probabilmente ti starai chiedendo se è legalmente autorizzato a lavorare con una VPN. Per la maggior parte dei paesi del mondo, la risposta è sì. Tuttavia, ogni paese ha ancora le proprie leggi e regolamenti. Se utilizzi una VPN per rimanere anonimo mentre conduci attività illegali, sei ancora soggetto alla legge. Quello che stai facendo è ancora illegale, indipendentemente dal fatto che tu stia utilizzando o meno una VPN.


Una VPN (Virtual Private Network) crea molte possibilità. Potresti usarlo per aggirare le restrizioni geografiche su Internet e ottenere l’accesso a informazioni che normalmente non sarebbero disponibili nel tuo paese. Un semplice esempio potrebbe essere BBC iPlayer. Questo servizio è destinato esclusivamente al pubblico britannico che vive nel Regno Unito. Tuttavia, se dovessi utilizzare un server VPN in Gran Bretagna, potresti accedere al sito Web dall’Italia, dalla Norvegia o dagli Stati Uniti.

Molte persone si chiedono se è legale utilizzare una connessione VPN. Nella maggior parte del mondo, specialmente nei paesi occidentali, l’utilizzo di una VPN è completamente legale. Lì, non dovrai temere di essere arrestato semplicemente perché usi una VPN. Anche così, ci sono alcuni paesi i cui governi non accettano l’uso della VPN. Di solito, questi paesi hanno regimi dittatoriali o leader estremamente autoritari. Esempi potrebbero essere Cina, Russia e Iran. Perché vogliono limitare l’utilizzo della VPN? E perché le VPN hanno un nome così brutto? Spiegheremo tutto in questo articolo.

Perché una connessione VPN è illegale in alcuni paesi?

L’uso della VPN è per lo più vietato in paesi con leggi autoritarie come Cina, Corea del Nord e Turkmenistan. Il governo di questi paesi ha una libertà limitata su Internet e la libertà di stampa. Pertanto, i social media e i siti Web di notizie critiche tendono a essere bloccati per gli utenti di Internet nel paese. Per accedere a questi siti Web bloccati e ai servizi online comunque, molti civili, espatriati, turisti, giornalisti e informatori utilizzano una VPN o un server proxy. L’immagine seguente mostra i paesi che usano la censura online su vasta scala e le loro principali motivazioni per farlo.

È un'infografica illegale VPN

Vietando le VPN, i governi sperano di controllare le informazioni a cui i loro cittadini possono accedere. Inoltre, vogliono monitorare e registrare il comportamento di Internet dei civili. Quando si utilizza una VPN, cittadini, turisti, espatriati, giornalisti e informatori sono tutti in grado di aggirare la censura online e allo stesso tempo anonimizzare tutti i loro dati online. Ciò infastidisce notevolmente i governi, in quanto significa che avranno meno controllo. Pertanto, le VPN sono spesso rese illegali in tali luoghi. Alcuni paesi hanno persino introdotto punizioni severe per l’uso di una VPN. Un esempio potrebbero essere gli Emirati Arabi Uniti, di cui parleremo più avanti in seguito.

In alcuni casi, le VPN sono inizialmente rese illegali per motivi di sicurezza. L’Iraq, ad esempio, ha deciso di vietare la connessione sicura per facilitare la lotta contro l’IS. Purtroppo, questo significa che il resto della popolazione subisce le conseguenze negative di queste leggi. In un certo senso, sono costretti a rinunciare a una parte della loro privacy per motivi di sicurezza nazionale.

In quali Paesi è vietata la connessione VPN?

Abbiamo già nominato un paio di Paesi in cui non è consentito l’utilizzo di una VPN. Per motivi di chiarezza, abbiamo elencato di seguito tutti i Paesi noti per bloccare le VPN o considerare l’utilizzo della VPN illegale. Spesso non è del tutto chiaro se le connessioni VPN siano completamente vietate e che tipo di punizione aspettarsi quando ne usi una. Indipendentemente da ciò, l’utilizzo di una VPN in uno di questi posti è un grosso rischio.

Nazione
Osservazioni
BielorussiaLa Bielorussia ha vietato le connessioni VPN e il browser Tor nel 2015. Ha persino reso illegale l’uso di reti o connessioni anonime. Probabilmente, questo ha a che fare con la loro stretta relazione con la Russia.
CinaL’uso della VPN in Cina è un po ‘una zona grigia. Il governo cinese ha dato la sua approvazione ufficiale per alcuni servizi VPN, che possono essere utilizzati legalmente. Questi servizi stanno probabilmente registrando le tue attività online e condividendole con le autorità. Sebbene la Cina abbia minacciato di bloccare tutte le VPN straniere nel 2018, è ancora possibile utilizzarle, anche se potrebbe non essere legale al 100%. Alcune VPN di alta qualità come NordVPN offrono persino speciali “server offuscati”, che ti aiutano a aggirare il firewall cinese.
EgittoIl governo egiziano utilizza Deep Packet Inspections (DPI) per bloccare diversi protocolli VPN (PPTP, L2TP, OpenVPN) dal 2017. Il paese ha bloccato numerosi siti Web e servizi per molto tempo. Sebbene le VPN non siano ufficialmente illegali, l’Egitto ha reso molto difficile utilizzare una VPN per godere di una connessione Internet gratuita all’interno dei suoi confini.
IraqL’Iraq ha introdotto un divieto completo VPN nel 2014, bloccando anche l’accesso ad alcuni social media e altri servizi. La loro motivazione principale era che li avrebbe aiutati a combattere l’IS. Anche adesso queste leggi sono ancora attive, anche se l’IS non ha più il paese in mano.
Ho corsoL’Iran ha ufficialmente vietato l’uso di molte VPN da marzo 2013. La promozione e la vendita di queste VPN è vietata e può comportare una pena detentiva. È consentito utilizzare solo VPN con l’approvazione del governo, anche se ancora non ti danno accesso a siti Web bloccati come YouTube. Probabilmente registreranno anche il tuo utilizzo.
Corea del nordLa Corea del Nord è nota per la sua severa censura. Non consente nemmeno ai civili di utilizzare Internet normale. Le VPN sono vietate, ma poiché la Corea del Nord è così chiusa dal resto del mondo, le conseguenze dell’uso delle VPN in questo paese sono sconosciute.
OmanL’uso di una VPN è illegale per tutti i cittadini dell’Oman, ma le organizzazioni possono usarne uno purché abbiano una licenza. Solo i servizi VPN approvati dal governo sono legali.
RussiaDa luglio 2017 i provider VPN possono offrire i loro servizi alla popolazione russa solo se condividono tutti i dati degli utenti con il governo. Nel 2019 Roskomnadzor (la forza di controllo dei media nazionali russi) ha concesso a diverse VPN note trenta giorni per concedere loro l’accesso a tutti i dati russi e rispettare la legge russa (che significa applicare la censura). Molte VPN hanno risposto chiudendo i loro server russi.
SiriaL’uso di una VPN non è necessariamente illegale in Siria. Tuttavia, dal 2011 alcune connessioni VPN vengono bloccate, poiché il governo attacca i protocolli VPN. Non è sicuro del successo di questi tentativi.
tacchinoPer impedire ai cittadini di accedere a siti Web bloccati, il governo turco ha limitato l’uso della VPN. Vengono effettuati tentativi per rilevare e bloccare le connessioni VPN tramite DPI. L’uso di una VPN in Turchia potrebbe quindi non funzionare sempre. Inoltre, può renderti più un obiettivo per il governo: i loro occhi attenti ti studieranno più da vicino.
TurkmenistanIl Turkmenistan censura pesantemente e limita Internet al fine di bloccare i media stranieri. L’uso della VPN è quindi vietato anche in questo paese. Il paese ha un solo ISP, che è sotto il controllo del governo.
UgandaL’Uganda ha introdotto un’imposta sui social media nel 2018. Per aggirare questa imposta, molti cittadini hanno iniziato a utilizzare le VPN. Ora il governo sta bloccando le connessioni VPN e scoraggiandone l’uso. Tuttavia, l’uso della VPN non è ufficialmente illegale (ancora).
Emirati Arabi UnitiNegli Emirati Arabi Uniti, solo le organizzazioni possono utilizzare una VPN. L’uso della VPN è illegale per i civili quando lo usano per scopi criminali. Tuttavia, gli atti criminali negli Emirati Arabi Uniti includono anche la visita di siti Web di incontri e la Netflix americana. Non sono ammessi servizi VoIP come Skype. Se li usi, potresti ricevere una multa elevata o addirittura essere mandato in prigione.

Perché le VPN hanno una cattiva reputazione??

Una VPN può aiutarti a navigare in Internet in modo anonimo. Fornisce maggiore libertà e sicurezza online. Pertanto, quasi tutte le grandi aziende utilizzano regolarmente una VPN aziendale in questi giorni. Tuttavia, molte persone credono che le VPN non siano completamente legali. In molte parti del mondo, lo è: puoi usare una VPN per proteggere la tua privacy online ogni volta che lo desideri. Le VPN ti consentono di accedere a Internet in modo sicuro, il che non è male, pericoloso o proibito di per sé – nella maggior parte dei luoghi.

Tuttavia, è contro la legge partecipare ad attività criminali durante l’utilizzo di una VPN. A seconda del paese in cui ti trovi, la definizione di “criminale” può differire enormemente. La maggior parte dei paesi considererebbe la vendita di droghe pesanti un reato, ad esempio. I criminali che si occupano di tali attività possono provare a rimanere fuori dal controllo del governo utilizzando una VPN. La loro privacy sarà in qualche modo protetta, rendendo più difficile per la polizia trovarli e punirli. Tuttavia, le pratiche criminali a cui prendono parte rimangono illegali. Se vengono catturati, si troveranno in guai seri. Non per l’utilizzo di una VPN, ma per intraprendere attività illegali.

Proprio come nel caso del browser Tor, molte persone credono che una connessione VPN sia illegale perché facilita il crimine. Tuttavia, questo non è il solo uso di una connessione Internet protetta e anonima. Una VPN è semplicemente un mezzo per raggiungere un fine che può essere utilizzato per molteplici scopi, sia positivi che negativi.

Usi legali di una VPN

Ci sono molte buone ragioni per cui le persone usano una VPN. La privacy svolge spesso un ruolo importante, insieme a una protezione aggiuntiva durante l’utilizzo di hotspot Wi-Fi aperti. Lo streaming di contenuti online può anche diventare più semplice con una VPN. Per ulteriori informazioni sui motivi per cui potresti voler utilizzare una VPN, vorremmo farti riferimento al nostro articolo completo sulle VPN e sui loro usi.

Riassumendo: le VPN sono legali nella maggior parte dei paesi. Tuttavia, alcuni governi hanno posto delle restrizioni sull’uso della VPN o bandito del tutto la pratica. In questo modo, mirano a controllare la popolazione o mantenere la sicurezza nazionale. L’uso di una VPN in questi luoghi potrebbe essere pericoloso e metterti nei guai. Quando non sei in nessuno di questi paesi e non partecipi ad attività criminali, tuttavia, non è necessario aver paura.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me