Bypass censura online: come accedere liberamente a Internet

Associamo la censura online a paesi come la Cina e la Turchia, ma ti sorprenderà della diffusione del problema. Per aggirare questo tipo di restrizioni geografiche è possibile utilizzare una VPN. Se, ad esempio, l’uso di Facebook è vietato nel tuo Paese, puoi accedere al sito tramite un server VPN in un altro Paese. In questo modo, è come se stessi accedendo a Internet come se fossi in quell’altro paese, ottenendo così l’accesso a siti e servizi riservati.


In questo articolo puoi leggere tutto sulle diverse forme di censura online e su come aggirarle con una VPN. Ai nostri occhi, la libertà di parola è uno dei diritti umani fondamentali più importanti e dovremmo proteggerlo in ogni momento. Di seguito troverai tutto ciò che devi sapere sulla censura dei social media, dei siti di notizie e di altri servizi. Inoltre spiegheremo come una VPN o un Tor possano aiutarti.

Una VPN non può solo aiutarti a bypassare queste restrizioni geografiche; ha molti altri vantaggi. Offre libertà, sicurezza e anonimato. Quando accedi a Internet tramite i server del tuo provider VPN, il software crittografa tutto il tuo traffico Internet e nasconde il tuo indirizzo IP personale. Puoi leggere di più su come funziona una VPN e quali vantaggi può offrirti. Tor è un browser che può aiutarti a bypassare tutta la censura all’interno del browser. Come spiegheremo, questo non sarà sufficiente per aiutarti ad accedere a tutti i siti e servizi proibiti.

Censura sui social media

I social media sono luoghi in cui le persone possono esprimere i loro pensieri e opinioni non filtrati. Questo può essere una minaccia per alcuni governi. I social media sono un modo perfetto per grandi gruppi di persone con le stesse idee da assemblare. I governi che non consentono ad alcuna opposizione temono che i social media possano innescare resistenza. Per questo motivo limiteranno o vieteranno completamente l’uso di determinati media nel loro paese. Fortunatamente, ci sono modi per aggirare questo e uno di questi è l’uso di una VPN.

Censura di Facebook e Twitter

Twitter e Facebook sono vietati in un paio di paesi, come la Cina e la Corea del Nord. Inoltre, ci sono stati diversi casi in cui i paesi hanno temporaneamente vietato l’uso di queste piattaforme di condivisione. Spesso questo accade come un’azione avventata contro la ribellione. Facebook è l’ideale per creare eventi e riunire grandi gruppi di persone. Pertanto, può essere molto utile quando si desidera organizzare una protesta. I regimi totalitari, che non consentono la resistenza, osservano attentamente i social media e in alcuni casi procedono a vietarli. Certo, lo etichettiamo come una palese censura.

Vietare Twitter spesso coinciderà con il divieto di Facebook. Analogamente a Facebook, a volte anche Twitter è temporaneamente vietato o limitato. Alcuni governi considerano Twitter una minaccia perché è possibile utilizzarlo per diffondere messaggi insubordinati. La portata dell’opinione della loro opposizione potrebbe essere grande su Twitter, il che può minacciare il loro regime. Tutti possono inviare richieste di rimozione su Twitter. In particolare, Twitter ha pubblicato che il 90% di tutte le richieste di rimozione proviene dalla Turchia. Al momento, la Turchia non ha bloccato completamente Twitter, solo temporaneamente.

Mentre bloccare completamente questi siti è una palese censura, altri casi sono leggermente più complicati. È stato difficile per Facebook e Twitter controllare i loro siti Web per contenuti illegali, come discorsi di odio e terrorismo. Inoltre, le leggi sono diverse in tutti i paesi. Alcuni governi hanno fatto pressioni su Facebook per mettere offline alcune pagine. Molto spesso si tratta di pagine in conflitto con le leggi di quel paese. Potresti non considerare il divieto delle pagine terroristiche come censura, perché sembra essere per la tua protezione. Ma immagina che il tuo governo sia fuori per i gattini e li vietino su tutti i punti di social media, pensi ancora che sia ragionevole? Comprensibilmente, le azioni governative di censura hanno scatenato grandi discussioni. Fortunatamente, possiamo trovare un modo per aggirare la censura con una VPN.

In Cina, dove sono vietati Facebook e Twitter, hanno creato un’alternativa a questi servizi. Il servizio, chiamato Weibo, è una grande piattaforma di condivisione. Tuttavia, il governo cinese controlla e censura Weibo. Non sarai in grado di pubblicare tutto ciò che desideri su Weibo. C’è una lunga lista di parole e frasi proibite. Quindi, sebbene si presenti in alternativa, in realtà non lo è. Quindi, se il tuo paese offre un’alternativa ai servizi vietati, è sempre bene verificare l’effettiva libertà che la piattaforma ti offrirà.

Censura di WhatsApp e Skype

Computer portatile bloccato Skype

App come WhatsApp e Skype che offrono comunicazioni semplici e gratuite possono rappresentare una minaccia sia per le società di telecomunicazioni che per i governi. Queste applicazioni offrono i cosiddetti servizi VoIP. I servizi VoIP (Voice over internet protocol) sono un modo di comunicare gratuitamente, tramite Internet. I governi che bloccano l’uso di questi servizi spesso affermano di farlo per proteggere i provider di telecomunicazioni e Internet. Oppure il fornitore di servizi Internet potrebbe bloccare questi servizi perché spesso possiede anche la società di telecomunicazioni. Queste società che paghi in modo da poter chiamare o inviare messaggi a qualcuno, perdono molte entrate quando sono consentiti i servizi VoIP. In un certo senso, stanno tenendo artificialmente a galla le aziende che altrimenti sarebbero andate in rovina.

Ci sono anche governi che limitano l’uso di Skype e WhatsApp per altri motivi. Come i social media menzionati in precedenza, Skype e WhatsApp possono rappresentare una minaccia per i regimi totalitari. Sono un modo di comunicazione facile e senza supervisione. Per questo motivo, alcuni paesi decidono di vietarli. In alcuni casi, consentono il servizio VoIP ma applicano loro spyware per monitorare le conversazioni. Ad esempio, in Cina è possibile scaricare solo una versione modificata di Skype. Questa versione ha spyware che consente al governo cinese di monitorare le chat e verificare la presenza di parole vietate.

Ancora una volta, il governo cinese ha consentito a un servizio cinese alternativo di conquistare il mercato che in molti altri paesi appartiene a WhatsApp. Questo servizio si chiama WeChat e, come Weibo, il governo cinese lo monitora pesantemente.

Censura di YouTube

Il blocco di YouTube ha spesso una motivazione simile ai servizi sopra menzionati. La libertà di pubblicare ciò che vuoi e, possibilmente, raggiungere un vasto pubblico è una minaccia per i regimi totalitari. Tuttavia, su YouTube c’è anche il problema dei diritti di distribuzione. Analogamente ai servizi di streaming come Netflix, YouTube a volte ha a che fare con copyright e distributori. I distributori limitano i paesi in cui viene mostrato un video. Vedrai un messaggio simile a questo:

A rigor di termini, questa non è censura, ma puoi anche bypassarla con una VPN. Seleziona semplicemente un Paese che ti darà accesso al video che preferisci. Puoi leggere di più su questo processo nel nostro articolo su come guardare American Netflix in tutto il mondo.

Siti Web bloccati

Come queste grandi piattaforme di social media, anche i singoli siti sono soggetti a censura. Potrebbero rappresentare una minaccia per un governo o l’ordine sociale in un paese. Ci sono troppi siti diversi che vengono bannati. Discuteremo del blocco dei siti di notizie perché si tratta di un’importante violazione del giornalismo indipendente.

Siti di notizie censurati

Il blocco dei siti di notizie è un grande pericolo per la libertà di parola. Questa pratica è probabilmente l’esempio più chiaro di censura. Se un paese non ammette il giornalismo indipendente, viola la libertà di parola. Spesso bloccheranno siti di notizie che supportano l’opposizione o siti di notizie straniere. Esempi di paesi in cui la stampa è fortemente censurata sono la Turchia e l’Iran. Fortunatamente, a questi siti di notizie è spesso possibile accedere con l’uso di una VPN. Un effetto collaterale del blocco dei siti di notizie da parte dei governi è che altri siti di notizie saranno attenti al loro contenuto. Si autocensurano perché non vogliono essere bloccati. In questo modo non sono rimasti punti giornalistici indipendenti.

Più recentemente, i paesi hanno iniziato a bloccare i siti di “fake news”. Questa è una cosa da tenere d’occhio, perché chi può determinare che cosa è o non è una notizia falsa? Ad esempio, l’UE ha creato una task force che controllerà la presenza di notizie false su Internet, in particolare interessate alle notizie false dalla Russia. Le notizie false possono essere molto pericolose, ma la censura forse lo è ancora di più. Sebbene la diffusione della disinformazione stia diventando sempre più un problema, dobbiamo stare attenti ai governi che bloccano con impazienza i siti Web.

Google censurato

Google bloccherà determinati siti se pensano che potrebbe essere descritto come censura giustificabile. Queste sono pagine che infrangono la legge nella maggior parte dei paesi come terrorismo e pedopornografia. Tuttavia, sono chiari sul fatto che non vogliono assistere alla censura politica. Poiché Google non rispetterà tutte le richieste che riceve, alcuni paesi decidono di bloccare le loro domande. Ad esempio, la Cina attualmente vieta tutte le applicazioni di Google.

Siti pornografici censurati

I siti pornografici sono un altro tipo di sito Web che subisce molta censura. Alcuni paesi non consentono alcun materiale osceno sul web. Non tutti i governi e le culture concordano su ciò che è osceno e ciò che non lo è. Mentre un paese vieta solo siti Web pornografici, un altro paese può persino vietare i siti che vendono bikini. Per imporre un certo insieme di costumi ai cittadini dei loro paesi, questi paesi usano la censura.

Bypass censura con una VPN

Una VPN è una buona soluzione al problema della censura online. Con una VPN puoi bypassare le restrizioni geografiche nel tuo paese. Quando si utilizza una VPN è possibile selezionare la regione da cui si desidera accedere a Internet. La VPN invia il tuo traffico tramite un server in quel paese e accedi a Internet non con il tuo indirizzo IP, ma con l’indirizzo IP di quel server. Ai siti web sembrerà che tu li stia accedendo dal paese che hai selezionato. In questo modo puoi facilmente aggirare la censura online nel tuo paese.

Una VPN ha anche molti altri vantaggi. Guadagni la libertà con la possibilità di aggirare le restrizioni geografiche. Questo, ad esempio, può aiutarti a guardare i contenuti Netflix di un altro paese. Ma c’è di più! La VPN ti fornisce anche anonimia perché il tuo indirizzo IP non sarà visibile a nessuno. Con una VPN nessuno sarà in grado di connettere le tue azioni online alla tua posizione o persona. Maggiori informazioni sui vantaggi di questa navigazione anonima. Infine, una VPN offre grandi prestazioni sicurezza. Il software VPN crittografa tutti i dati sul tuo computer. Nessun hacker o governo sarà in grado di decifrare questo traffico crittografato. Le tue informazioni personali e il traffico Internet sono al sicuro con l’uso di una VPN.

I migliori provider VPN per bypassare la censura

Abbiamo creato un elenco dei tre migliori provider VPN che possono aiutarti a bypassare la censura. Per questo elenco abbiamo combinato il nostro elenco generale dei migliori provider VPN, con le funzionalità che una VPN deve avere per combattere la censura. Una difficoltà è che alcuni paesi hanno iniziato a bloccare i siti dei provider VPN. Abbiamo selezionato quei fornitori che sono riusciti a rimanere disponibili (quasi) ovunque. Un’altra caratteristica importante è la garanzia di rimborso. In questo modo puoi facilmente provare il servizio per vedere se funziona. Se non funziona a tuo piacimento puoi annullare l’abbonamento e riavere i tuoi soldi. Sebbene esistano decenti provider VPN gratuiti, non li raccomanderemmo allo scopo di aggirare la censura online.

Stai pianificando di utilizzare una VPN perché stai andando in vacanza in un paese in cui i servizi sono bloccati? Ti consigliamo di installare la tua VPN prima di partire. Perché, come accennato in precedenza, il sito del provider potrebbe essere bloccato in quel paese.

Bypass censura con ExpressVPN

ExpressVPN è in cima alla maggior parte delle nostre liste per un motivo. ExpressVPN ti aiuta a ottenere una connessione stabile e sicura ovunque tu sia. Hanno un ottimo supporto clienti e applicazioni facili da usare. ExpressVPN è alquanto costoso ma in cambio ottieni la migliore qualità. Non dovrai preoccuparti della censura online con ExpressVPN perché puoi facilmente impostare una connessione che aggira le restrizioni geografiche. Offrono una garanzia di rimborso di 30 giorni, così puoi prenderti il ​​tempo per provare le loro applicazioni.

Ignora la censura con NordVPN

NordVPN è un provider VPN molto valido e solido che appartiene sicuramente ai migliori. Offrono oltre mille server in tutto il mondo a un prezzo molto ragionevole. Soprattutto se ti interessa la tua privacy online, sono il fornitore che fa per te! NordVPN si preoccupa profondamente della tua sicurezza online e non tiene registri. Hanno anche una garanzia di rimborso di 30 giorni in modo che tu possa prendere il tuo tempo per testare se i loro servizi soddisfano le tue esigenze.

Ignora la censura con PureVPN

PureVPN è anche un grande provider VPN con oltre 500 server in quasi 200 paesi diversi. Sono un ottimo fornitore per aggirare la censura online. Con buone velocità e una connessione stabile, rendono la navigazione anonima molto semplice. La loro sicurezza non è a tenuta stagna come NordVPN ma questo non rappresenta una minaccia se sei un normale utente di Internet. Sono alla fine di questo elenco perché la loro garanzia di rimborso dura solo sette giorni. Questo dovrebbe essere sufficiente per verificare se funzionano o meno per te. Ma un periodo di prova più lungo sarebbe stato bello. Leggi la nostra recensione completa di PureVPN per ulteriori informazioni.

Usa Tor per bypassare la censura

Tor (Onion Router) è una rete online che funziona come un browser Internet. Viene utilizzato per comunicazioni crittografate e anonime. La rete Tor è composta da migliaia di server in tutto il mondo. Il traffico di dati viene ridotto in piccoli pezzi che vengono successivamente crittografati e inviati attraverso diversi server prima che finisca con l’utente. Questo processo richiede un po ‘di tempo e per questo motivo il browser Tor può essere relativamente lento. Ma per quanto lento sia, assicura che nessuno possa vedere cosa fai online.

Una nota a margine importante è che Tor fornisce all’utente l’accesso al web oscuro. Navigare nella rete oscura dovrebbe essere fatto con cura. Quella parte di Internet non è regolamentata ed è facile escogitare malware lì. Per la maggior parte delle persone che vogliono rimanere anonime online, una VPN sarà un’opzione più semplice, migliore e più sicura di Tor.

Tor funziona come un motore di ricerca, il che significa che può essere una soluzione per aggirare le restrizioni sui servizi a cui accedi tramite un browser, come Twitter e YouTube. Tuttavia, le cose che operano al di fuori di un browser non sono interessate da Tor. Pertanto, per aggirare le restrizioni su programmi come Skype e le applicazioni di siti come Twitter e Facebook, può essere fatto solo con una VPN. Raccomandiamo comunque l’uso di una VPN sull’uso di Tor, a causa dei vantaggi aggiuntivi di completa libertà, anonimato e sicurezza che offre.

Pensieri finali

Alcune attività di censura del governo online. Punti vendita come social media e siti di notizie sono una minaccia alla loro regola. Per questo motivo, siti e servizi sono vietati in alcuni paesi. Un modo per ottenere l’accesso a questi siti con restrizioni è l’uso di una VPN. Questo ti permetterà di cambiare la tua posizione virtuale. Sebbene Tor possa essere utile per visitare siti Web bloccati, per la libertà generale di Internet consigliamo una VPN. Dai un’occhiata al nostro elenco dei migliori provider VPN a tutto tondo!

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map