SIM Swap Attack in aumento | VPNoverview.com

L’accusa di due uomini negli Stati Uniti per aver tentato di rubare $ 500.000 in bitcoin ha riportato gli attacchi di SIM Swap all’attenzione del pubblico. Che cos’è un attacco SIM Swap? Il pubblico deve preoccuparsi??


Che cos’è un attacco SIM Swap?

Lo scambio di SIM implica un cyber criminale che truffa i fornitori di telecomunicazioni nel riassegnare il numero di telefono di una vittima designata dal telefono della vittima a una scheda SIM in un dispositivo tenuto dall’aggressore. Gli aggressori si pongono quindi come vittima dei provider di account online per richiedere al provider di inviare codici di autenticazione o collegamenti di reimpostazione della password dell’account al telefono scambiato SIM controllato dagli aggressori.

Successivamente, gli aggressori possono ripristinare le credenziali di accesso della vittima sugli account dei social media per ottenere il controllo delle informazioni sensibili della vittima e rubare l’identità della vittima. Possono anche, come per i due uomini del Massachusetts, reimpostare le password a servizi privati ​​come account di posta elettronica e portafogli di criptovaluta.

Caso recente

Il caso dei due uomini del Massachusetts accusati la scorsa settimana ha coinvolto Eric Meiggs (20) e Declan Harrington (21). Presumibilmente hanno provato a rubare oltre $ 500.000 in criptovaluta in attacchi mirati a dieci persone. Questi individui sono stati presi di mira perché avevano probabilmente grandi account di criptovaluta e possedevano nomi di account di social media di alto valore. Le vittime non sono state identificate, ma l’accusa descrive una vittima come proprietaria di un cassiere di bitcoin e un’altra come una “impresa basata su blockchain”.

Chi sono i responsabili degli attacchi di scambio SIM?

Le truffe di scambio SIM, note anche come simjacking e truffe port-out, non sono truffe difficili da perpetrare. Né tali truffe sono un nuovo fenomeno. Sono in giro da parecchi anni ormai. Di recente, tuttavia, lo scambio di SIM ha visto un forte aumento dei casi segnalati. I giovani di età compresa tra diciannove e venticinque anni sono di solito gli autori di attacchi SIM Swap. Acquistano schede SIM economiche su Internet e quindi le collegano ai telefoni masterizzatore da utilizzare per gli attacchi.

Con SIM Swapping che si sta diffondendo tra i giovani criminali informatici, diverse persone nello spazio delle criptovalute sono state vittime di questi attacchi. Ciò include persone di spicco a Messari, Coin Center e VideoCoin, che hanno riferito di aver subito attacchi SIM Swap. Michael Terpin, un importante investitore nello spazio crittografico, ha intentato causa contro il suo fornitore di telefonia mobile AT&T e il suo presunto autore di 21 anni dopo aver subito anche un attacco di scambio SIM.

Come proteggersi dagli attacchi SIM Swap?

Gli individui nello spazio crittografico sono di solito i principali obiettivi degli attacchi SIM Swap. Tuttavia, chiunque proveniente dal grande pubblico potrebbe essere un bersaglio se possiede qualcosa di interessante per questi criminali informatici.

Cosa può fare il grande pubblico per proteggersi da tali attacchi? Oltre a prendere le consuete precauzioni per salvaguardare dati e account personali, in realtà non c’è molto che il pubblico in generale possa fare. Le persone che vengono truffate sono dipendenti di fornitori di telecomunicazioni e non le stesse vittime previste. Spetta quindi ai fornitori di telecomunicazioni rafforzare le loro politiche sulla privacy e sulla sicurezza per proteggere tutti da tali attacchi.

A tal fine, personaggi di spicco nello spazio crittografico, come Terpin, hanno chiesto ai regolatori di agire contro lo scambio di SIM per bloccare questo tipo di frode. Aziende e autorità di regolamentazione hanno preso provvedimenti. Però. c’è ancora molto da fare prima che i nostri dati personali e i nostri account privati ​​siano al sicuro da tali attacchi.

Cosa riserva il futuro?

Con l’inizio della tecnologia 5G, il danno che gli attacchi SIM swap possono causare dovrebbe essere molto maggiore. Poiché il 5G verrà utilizzato sempre più come parte delle soluzioni tecnologiche operative (OT) in futuro, gli attacchi di scambio SIM non si rivolgeranno solo alle persone, ma probabilmente si diffonderanno ad apparecchiature e dispositivi aziendali che eseguono schede SIM 5G. Secondo Trend Micro, una società di sicurezza informatica e difesa con sede in Giappone, l’uso della tecnologia 5G in OT aprirà le porte a minacce più ampie come “intercettazioni telefoniche, iniezioni di malware, frodi su larga scala, avvelenamento dell’apprendimento automatico e attacchi alla catena di approvvigionamento”.

Tuttavia, l’inizio della tecnologia 5G ha comportato anche lo sviluppo di nuovi standard di settore. Ad esempio, in Europa gli standard di sicurezza 5G sono stabiliti nel 3 ° Generation Partnership Project (3GPP). È vero che il 5G creerà nuove vulnerabilità. Tuttavia, inizia la vita da una linea di base molto più alta rispetto ai sistemi mobili esistenti attualmente sotto attacchi di scambio SIM. Pertanto, in futuro saremo in grado di evitare o contrastare meglio le minacce alla sicurezza basate sulla SIM.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map