Nuova legge australiana sulla sicurezza online in corso | VPNoverview.com

Il ministro australiano per le comunicazioni, la sicurezza informatica e le arti, Paul Fletcher, ha annunciato lo schema di nuove riforme della sicurezza online per proteggere gli australiani online. Le modifiche proposte rispondono a un’ampia revisione della legislazione esistente condotta nel 2018. Le parti interessate sono invitate a fornire un feedback sulla proposta e sul documento di discussione entro il 19 febbraio 2020.


Una sola legge sulla sicurezza online

Oggi la legislazione sulla sicurezza online si basa su due atti principali. Il primo, il Enhancing Online Safety Act 2015, include disposizioni per promuovere la sicurezza online, un sistema di reclami e rimozione per il cyber bullismo dei minori e per l’abuso di immagini. Il secondo, il Broadcasting Services Act 1992, include un sistema di reclami e rimozione per contenuti online vietati e potenzialmente vietati.

La nuova proposta mira a riunire i quadri normativi esistenti sulla sicurezza online in un’unica legge sulla sicurezza online.

L’obiettivo è:

  • Mantenere elementi che funzionano bene, come i cyber bullismo e gli schemi di abuso di immagini
  • Colmare le lacune, in particolare laddove gli schemi attuali non sono aggiornati
  • Crea un framework più flessibile, che possa includere nuovi danni online man mano che emergono
  • Essere in grado di trattenere gli autori per rendere conto delle loro azioni online
  • Migliorare la trasparenza e la responsabilità dei fornitori di servizi online
  • Consentire al commissario per la sicurezza elettronica di proteggere adeguatamente gli australiani online
  • Fornire a tutti gli australiani le informazioni, gli strumenti e le risorse necessari per impegnarsi in sicurezza online e creare resilienza a potenziali danni

La nuova legge riguarda specificamente l’esposizione a contenuti illegali o inappropriati e comportamenti dannosi. Le minacce alla sicurezza informatica per la privacy, la disponibilità e l’integrità dei dati e delle reti, nonché i rischi relativi al gioco d’azzardo online sono trattati da altri schemi legislativi.

Salvaguardare le autostrade online

“Continua a esserci una significativa disconnessione tra le aspettative degli australiani e ciò che oggi viene offerto dall’industria di Internet”, ha dichiarato ieri il Ministro Fletcher in un discorso, rivolgendosi al National Press Club. “Una manifestazione chiave di tale disconnessione è che molti dei prodotti e servizi digitali più popolari di oggi non sono stati progettati pensando alla sicurezza degli utenti.”

Ha confrontato la sicurezza sulle “nostre autostrade online” con l’approccio della sicurezza nel mercato automobilistico globale, dove gli standard internazionali, applicati dalla legislazione emessa da nazioni sovrane, sono rispettati dai produttori globali mentre forniscono i loro veicoli ai mercati globali.

Le piattaforme devono assumersi più responsabilità

Il ministro Fletcher ha anche invitato i giganti della tecnologia come Facebook e Google a “intensificare” e abbattere più rapidamente i contenuti dannosi, facendo riferimento agli attacchi terroristici come le sparatorie di Christchurch nel marzo 2019. Il terrorista è stato in grado di pubblicare un flusso live dei suoi atti orribili su Facebook, che è stato condiviso oltre un milione di volte sui social media, è stato copiato e diffuso su altre piattaforme nelle ore successive all’attacco.

Ai sensi della proposta di legge, il commissario per la sicurezza elettronica avrebbe anche ulteriori poteri per rispondere rapidamente a un evento di crisi online chiedendo ai fornitori di servizi Internet di bloccare immediatamente l’accesso a siti che ospitano contenuti gravemente dannosi o materiale estremamente violento, per periodi di tempo limitati.

Le piattaforme Internet avrebbero un massimo di 24 ore per eliminare i contenuti dannosi, anziché 48 ore in base alle norme attuali. Ciò include cyberbullismo, abusi e molestie online, vendetta porno e altro materiale dannoso.

Impostazioni di privacy più forti quando si fa marketing per i bambini

I giochi e le app utilizzati dai bambini possono essere condotte per contenuti e comportamenti offensivi e dannosi. Per impedire ai bambini di accedere a contenuti dannosi, è necessaria una combinazione di approcci, tra cui istruzione, informazioni su come proteggere i bambini online, costruzione di resilienza e regolamentazione.

Il governo Morrison sta collaborando con i fornitori di servizi online per garantire che giochi, app e servizi online rivolti ai bambini definiscano le impostazioni di privacy e sicurezza più restrittive per impostazione predefinita.

Commissario eSafety In cerca di feedback

Il dipartimento è alla ricerca di feedback sulle proposte per una nuova legge sulla sicurezza online per migliorare il quadro normativo sulla sicurezza online in Australia. Il Ministro Fletcher incoraggia vivamente coloro che sono interessati alla sicurezza online a contribuire al processo di consultazione.

Le parti interessate possono presentare le loro osservazioni sulle riforme proposte entro il 19 febbraio 2020.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me